Dom 24 Ott 2021

spazio pubblicitario disponibile

HomePoliticaElezioni Calabria, Di Maio a Reggio:...

Elezioni Calabria, Di Maio a Reggio: “Orgoglioso della Bruni “

“Nei primi sei mesi di quest’anno le esportazioni dei prodotti calabresi nel mondo presentano un trend di crescita mai prima raggiunto”: lo ha sottolineato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, parlando a Reggio Calabria.

“Sono qui con la candidata a presidente della Regione del centrosinistra, Amalia Bruni, una eccellenza anche lei del territorio calabrese, per ribadire che questa regione ha bisogno di una forte organizzazione amministrativa e del governo che le stia accanto, della presenza attiva dei sindaci”, ha aggiunto l’esponente pentastellato.

“Il lavoro che stiamo facendo in Calabria con gli alleati”, ha insistito Di Maio, “deve rappresentare una occasione per il futuro. E’ un’alleanza già sperimentata lo scorso anno con successo in altre parti d’Italia, cementata dall’azione, voglio ricordarlo, del governo ‘Conte due’, che ci ha permesso di vincere a Bruxelles la battaglia per il Recovery Fund”. “Con Giuseppe Conte – ha proseguito – stiamo costruendo una forza politica con organismi rinnovati in grado di dare impulso a un movimento che viene dato per morto ogni momento. D’altronde – ha concluso – le piazze che Giuseppe Conte sta riempiendo in tutta Italia sono simbolo di un grande fermento e di attenzione verso di noi”.

“Con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio abbiamo incontrato le imprese presso la Camera di Commercio di Reggio Calabria. Un incontro con cui, dopo il primo confronto che avevo avuto con l’associazione delle imprese, ribadiamo la presenza e l’impegno del Governo sul territorio”. E’ quanto scrive sui social Dalila Nesci, sottosegretaria per il Sud e la Coesione territoriale.

“Grazie ad una norma – prosegue – che come MoVimento 5 Stelle abbiamo fortemente voluto il 40% dei fondi del PNRR sarà vincolato a investimenti nel Sud. Inoltre è stato approvato un fondo a sostegno della capacità progettuale dei Comuni che li aiuterà a partecipare sia ai bandi del PNRR che a quelli previsti dagli altri fondi europei e infrastrutturali. Abbiamo anche stanziamo 4 miliardi di euro per colmare il divario infrastrutturale nel Mezzogiorno e nelle aree interne. Stiamo lavorando con l’obiettivo di creare le condizioni per far garantire l’equità territoriale e far rinascere il Paese dal Sud”.