Mar 7 Dic 2021
spot_img
HomeAttualitàReggio, due giudici popolari senza green...

Reggio, due giudici popolari senza green pass si rifiutano di fare tampone: sostituiti

Non erano in possesso del green pass e non hanno dato la disponibilità a sottoporsi al tampone. E’ quanto accaduto questa mattina al Tribunale di Reggio Calabria. Protagonisti due giudici popolari che il presidente della Corte d’assise d’appello Bruno Mascolo è stato costretto a sostituire.

Dovevano partecipare al processo “‘Ndrangheta stragista” che vede imputati il boss di Brancaccio Giuseppe Graviano e Rocco Santo Filippone. I due imputati sono stati condannati in primo grado all’ergastolo con l’accusa di essere i mandanti dell’agguato consumato il 18 gennaio 1994 quando furono uccisi i carabinieri Antonino Fava e Vincenzo Garofalo sulla Salerno-Reggio Calabria all’altezza dello svincolo di Scilla.

Il processo di secondo grado si è dunque aperto con una sorpresa. La sostituzione dei due giudici popolari senza green pass e con poca voglia di sottoporsi al tampone è stata comunicata dal presidente proprio all’inizio dell’udienza che non ha quindi subito ritardi o rallentamenti.