Gio 6 Ott 2022
spot_img
HomeSportSciFISI Calabro Lucano, a Gambarie la...

FISI Calabro Lucano, a Gambarie la terza tappa di “Montagna Calabria”

Si chiama “Montagna Calabria – Viaggio alla scoperta delle montagne calabresi attraverso gli sport invernali” il progetto ideato dal Comitato FISI Calabro Lucano finalizzato alla promozione e valorizzazione del territorio regionale attraverso la pratica delle discipline sportive attinenti alla Federazione Italiana degli Sport Invernali. 

Una iniziativa che gode di un finanziamento da parte della Regione Calabria e che comprende eventi sportivi e formativi dislocati su tutto il territorio montano calabrese: al Villaggio Baffa di Cotronei (KR) la prima tappa nell’ottobre 2021, al Centro Fondo Carlomagno di San Giovanni in Fiore (CS) il secondo appuntamento lo scorso 13 febbraio e sabato 26 febbraio la terza tappa a Gambarie d’Aspromonte (RC). 

La sala conferenze dell’Hotel Centrale ha ospitato nel pomeriggio il meeting di formazione sul tema della sicurezza in pista per lo sci alpino, che ha visto la presenza del Presidente del Comitato FISI Siculo, nonché presidente del Collegio dei Maestri di Sci della Sicilia Nuccio Fontanarosa, e la partecipazione del Presidente del CONI regionale Maurizio Condipodero e del Sindaco di Santo Stefano e di Gambarie d’Aspromonte Francesco Malara.

In apertura la presentazione del progetto da parte della Presidente del CAL Bianca Zupi, che si è successivamente soffermata sulle problematiche relative alla gestione degli impianti di risalita calabresi e sulle conseguenti difficoltà incontrate dagli atleti Fisi, ai quali spesso non è garantita una continuità negli allenamenti e nelle competizioni: “Noi ce la mettiamo tutta per far ripartire il movimento, ma se non ci sono le strutture possiamo fare poco. Al presidente del Coni chiediamo di fare da tramite con le istituzioni”. 

“Le istituzioni devono investire sullo sport” –  ha affermato il Presidente Condipodero. “Le stazioni sciistiche calabresi rappresentano una grande ricchezza: si tratta di far convivere l’aspetto turistico con quello sportivo-agonistico. Del resto in passato – ha aggiunto – proprio Gambarie è stato luogo di competizioni internazionali e meta di testimonial famosi”.

Sull’argomento è intervenuto anche Fontanarosa, che ha sottolineato come questa situazione penalizzi la creazione e la crescita di un vivaio di giovani atleti promettenti: “Usufruire delle stazioni consente di far crescere tecnicamente i ragazzi che saranno poi i campioni di domani”.

Massima disponibilità l’ha espressa il Sindaco Malara, che ha riferito della programmazione di potenziamento e allargamento del comprensorio sciistico di Gambarie: “Sta a noi creare le condizioni affinché voi possiate operare” – ha detto. “Se la FISI mi fa una proposta, io mi impegno a portarla avanti”. Da qui l’idea di un eventuale protocollo fra la Federazione e l’amministrazione comunale. 

Rinviata la competizione regionale di sci alpino che avrebbe dovuto svolgersi la mattina del 26 febbraio per casi di positività fra i cronometristi. Gli atleti presenti hanno comunque preso parte ad uno stage tecnico-didattico tenuto da Nuccio Fontanarosa, allenatore di 2° livello, grazie alla sensibilità della cooperativa Aspro Service che gestisce gli impianti e che ha dato disponibilità all’utilizzo della bella pista sciistica Nino Martino.