Mar 16 Ago 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàAmbienteNon tutti sanno che il mirtillo...

Non tutti sanno che il mirtillo più buono è calabrese

Marmellate, liquori, biscotti e cosmetici di origini calabresi. E’ quanto si ricava dalla preziosa pianta che cresce spontaneamente sull’Isola di Dino: il mirtillo.

La nostra regione si conferma una terra magnanima. In Calabria non solo agrumi, ulivi, fichi, riso, cipolle, ma anche il prezioso Myrtus communis.

La Calabria, infatti, è una regione che custodisce una tradizione millenaria fatta di prelibatezze naturali. Il terreno estremamente fertile e il clima mediterraneo contribuiscono da sempre alla bontà e alla genuinità delle produzioni agroalimentari.

E’ così anche per le bacche prodotte dalle piante del mirtillo, che generano frutti dalla singolare dimensione e rotondità, con ottime proprietà organolettiche, dovute proprio alla peculiarità del terreno e all’esposizione del luogo.

“Il Mirto dell’Isola di Dino”  oltre ad essere unico nel suo genere per le sue rare e particolari proprietà è un’altra importante risorsa che l’Isola di Dino offre per la sua promozione e quella dell’intera regione.

Al mirtillo calabrese vengono riconosciute anche proprietà antinfiammatorie e  vasodilatatorie, un vero e proprio toccasana per il sistema cardiovascolare. Inoltre sono frutti poco calorici, solo 25 kcal/ 100 g e con un buon contenuto di sali minerali come calcio, fosforo, potassio e magnesio e di vitamine: A, C, E e B-carotene. Insomma, sono frutti incredibilmente salutari e ricchi di proprietà nutrienti, tanto da essere considerati un superfood.