Sab 1 Ott 2022
spot_img
HomeTurismoIn Calabria l'albero delle Fate in...

In Calabria l’albero delle Fate in un Parco fantastico

L’area del Parco Naturale Regionale delle Serre è fantastica. Nuove e bellissime immagini per la rubrica di CdN “In moto … alla scoperta della Calabria” dal gruppo di bikeristi, capeggiato da Saverio Fasanaro. 

I centauri, in sella alle loro due ruote arrivano, attraversando il Parco Eolico, nella bella Serra San Bruno per ammirare lo straordinario albero delle fate. 

La pianta, che avrebbe più di 200 anni di età – identificata nel tratto di territorio compreso tra i comuni di Arena, Mongiana e Serra San Bruno – è caratterizzata da più tronchi che partono da quello principale, ed è alta circa 35 metri, per un diametro di 2 ed una circonferenza di 6.

L’abete, in virtù della somiglianza con gli alberi della fantasia che hanno ispirato non pochi poeti e romanzieri e in considerazione del fatto che il suo ritrovamento è stato effettuato nei giorni della scomparsa del compianto cantautore di origini meridionali, Giuseppe Mango, è stato battezzato “L’albero delle fate”, proprio in omaggio ad uno degli album più popolari del noto artista scomparso prematuramente.

L’albero delle fate è un esemplare di raro incanto il cui tronco è quasi completamente ricoperto da edera, si abbraccia alla bellezza paesaggistica dell’intero Parco delle Serre che risiede anche nell’eccezionale presenza di nobili abeti secolari e di altre formazioni vegetali monumentali che sono testimoni dell’unione e dell’equilibrio del lavoro umano con la natura. Gli alberi monumentali custodiscono un patto antico, un’alleanza tra uomo e natura capace di produrre buoni frutti e di tracciare armonie ancora viventi. Come diceva Khalil Gibran: “Se un albero scrivesse l’autobiografia, non sarebbe diversa dalla storia di un popolo”