Gio 29 Set 2022
spot_img
HomeAttualitàMorte arcivescovo Cosenza, le reazioni del...

Morte arcivescovo Cosenza, le reazioni del mondo civile e politico

A seguito della notizia del decesso dell’arcivescovo della Diocesi Cosenza-Bisignano, non sono mancate le reazioni del mondo civile e politico.

Uno delle prime è arrivata dal presidente della Regione Roberto Occhiuto

“Sono addolorato per la notizia della scomparsa dell’arcivescovo di Cosenza-Bisignano, Francesco Nolè, deceduto a Roma dopo aver combattuto per mesi contro una grave malattia”. “La Chiesa – aggiunge – perde un teologo raffinato, un pastore in permanente servizio dei più deboli, un grande uomo di fede. La Calabria e la città metropolitana di Cosenza-Bisignano in particolare perdono una guida spirituale illuminata, saggia e preziosa. Il sentito cordoglio da parte della Giunta regionale”.

Il sindaco di Cosenza Caruso “notizia che addolora tutta la città”

“Una notizia che non avremmo mai voluto ricevere e che addolora profondamente tutta la città di Cosenza. La scomparsa dell’Arcivescovo di Cosenza-Bisignano, Mons. Francescantonio Nolè, fa calare un velo di grande tristezza sulla nostra comunità perché la priva di un grande uomo, di infinità bontà, punto di riferimento fondamentale anche per le tante anime in difficoltà della nostra città delle quali si è sempre preso cura con amorevole dedizione”.

Rosaria Succurro, presidente della Provincia di Cosenza

“La scomparsa di Mons. Francesco Nolè, il nostro caro Arcivescovo, ci addolora profondamente. Oggi la nostra comunità, orfana del suo Pastore buono, è più povera e sola. La sua scomparsa ci priva di un importante punto di riferimento; di un uomo di fede che ha sempre saputo accogliere e comprendere le persone.”

La Cisl di Cosenza: «Sensibile ai temi del lavoro»

«La Cisl di Cosenza – scrive in una nota il Segretario provinciale Giuseppe Lavia – partecipa al dolore della Chiesa di Cosenza-Bisignano per la scomparsa dell’Arcivescovo Metropolita, Mons. Francescantonio Nolè. Di lui ricorderemo con affetto e gratitudine la cordialità, l’apertura verso ogni persona, la sensibilità ai temi sociali e del lavoro e, in particolare, l’intervento di saluto al nostro Congresso confederale del febbraio scorso. La sua semplicità francescana e la sua testimonianza di fede e di umanità saranno per tutti un esempio da custodire nella memoria e da seguire».

Cosenza Calcio: «Scompare un protagonista della nostra città»

Il Presidente Eugenio Guarascio e tutte le componenti del Cosenza Calcio esprimono profondo cordoglio per la scomparsa dell’Arcivescovo di Cosenza Bisignano Francescantonio Nolè. «Abbiamo avuto la fortuna di conoscere l’Arcivescovo Nolè, l’onore di avere un rapporto privilegiato con lui, il piacere della sua compagnia – afferma il Presidente Guarascio – Oggi scompare un protagonista della nostra città, una persona speciale, una guida per la Chiesa cosentina e per la gente della diocesi. In questo momento di sconforto vogliamo ricordare il messaggio di incoraggiamento che ci inviò in occasione del Natale 2021, in cui definiva la squadra del Cosenza una delle cose belle della città e invitava i calciatori ad essere come una famiglia. Abbiamo ricambiato le sue preghiere in queste settimane di sofferenza e lo ricorderemo con grande affetto».

Il presidente Bardi: «Esprimo il cordoglio della Basilicata»

«Esprimo il mio personale cordoglio e quello del governo regionale per la scomparsa di mons. Nole’, sacerdote potentino che ha incarnato i valori cristiani con umilta’ e devozion». Lo ha detto – in una dichiarazione diffusa dall’ufficio stampa – il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. «È stato – ha aggiunto il governatore lucano – un testimone autentico del Vangelo, arcivescovo metropolita di Cosenza-Bisignano, gia’ alla guida della diocesi di Tursi-Lagonegro dove lo ricordano tutti soprattutto per il suo impegno in favore dei più umili e dei giovani. Monsignor Nolé lascia un ricordo indelebile in tutta la comunità lucana».