Ven 23 Set 2022
spot_img
HomeCulturaMusicaRiparte con un grande concerto di...

Riparte con un grande concerto di chitarra l’International music festival

L’ultimo concerto dell’estate o il primo dell’autunno? Una distinzione capziosa che nulla toglie all’importanza dell’evento con cui il prestigioso Ionio International Music Festival, organizzato dall’Accademia musicale Gustav Mahler diretta dal Maestro Francesco Martino, riparte all’insegna dei grandi talenti e della musica.

Domenica 18 settembre, alle ore 19.00, presso la Sala Concerti dell’Accademia Gustav Mahler gli astanti avranno il piacere di conoscere l’arte di un Emanuele Gramisci, giovane talento, già Maestro, che darà vita ad alcune delle più importanti composizioni per chitarra classica.

Classe ’98, inizia lo studio della chitarra classica all’età di 6 anni con il Maestro Domenico Nicoletti presso l’accademia Gustav Mahler di Trebisacce. All’età di 12 anni prosegue gli studi con il Maestro Vincenza Sciotto presso il Conservatorio P.I. Tchaikovsky di Nocera Terinese (dove consegue la laurea triennale in discipline musicali (indirizzo chitarra classica) con il massimo dei voti. Durante gli anni di formazione preaccademica svolge concorsi Nazionali ed Internazionali collezionando anche numerosi primi premi.

Dal 2015 entra a far parte come prima chitarra nell’Ensemble “I Musici” con la quale ha dato vita a numerosi concerti.

Attualmente è docente di Chitarra Classica e Teoria, ritmica e percezione musicale presso l’Accademia Musicale Gustav Mahler di Trebisacce convenzionata con il Conservatorio “F. Torrefranca” di Vibo Valentia.

Riparte dunque il palpito della grande musica, il battito del cuore musicale che scandisce l’offerta culturale del territorio dell’Alto Ionio, con un evento che si incastona come gemma in una corona preziosa e ricca, come è il cartellone dei concerti che tempesterà i prossimi mesi, fino alla fine dell’anno.

Torna la musica, senza esserne mai andata davvero, grazie alla passione e all’impegno dell’Accademia Musicale Gustav Mahler, e grazie al riscontro che migliaia di appassionati e amanti dell’arte musicale manifestano ad ogni appuntamento.

CHE MUSICA SIA!