Mer 28 Set 2022
spot_img
HomeSanitàLa buona sanità c'è in Calabria,...

La buona sanità c’è in Calabria, bimba salva dopo aver ingoiato una spilla da balia

Purtroppo spesso si parla di cattiva sanità in Calabria, invece ci sarebbe da elogiare i tanti medici e paramedici che, seppur in condizioni non sempre ottimali, svolgono il loro lavoro in maniera ineccepibile seppur si scontrino con carenze strutturali e di strumentazioni.

La notizia delle scorse ore ci fa ben capire come nella nostra regione esistano gli angeli dal camice bianco.

Un plauso per la professionalità, tempestività e dedizione al lavoro, deve andare sicuramente ai sanitari dell’ospedale Santa Maria degli Ungheresi di Polistena in provincia di Reggio Calabria che hanno salvato una neonata.

La piccolina di appena otto mesi è giunta al pronto soccorso in “codice rosso” perché aveva ingoiato una spilla da balia, ma i medici del Pronto soccorso, Radiologia e Pediatria sono riusciti a scongiurare il peggio.

A darne notizia, in una nota, i componenti del Comitato spontaneo a tutela della salute.

“Nel nostro ospedale si è verificato l’ennesimo straordinario intervento. La gravità della situazione ha reso necessario e urgente il trasferimento all’ospedale di Cosenza con l’elisoccorso. Ci giungono notizie che la bimba sta bene. Siamo davvero felici di poter raccontare la buona sanità che, indubbiamente, abbiamo nel nostro ospedale. Ringraziamo di cuore tutti gli operatori sanitari che, a vario titolo, hanno collaborato affinché tutto volgesse al meglio”.