Ven 2 Dic 2022
spot_img
HomePoliticaElezioni politiche 2022: la terribile ombra...

Elezioni politiche 2022: la terribile ombra dell’astensionismo

I primi dati parziali dell’affluenza alle urne saranno resi noti dal Ministero dell’interno alle ore 12 ed ancora alle 19, per poi pubblicare i numeri definitivi registrati alle 23, ma già dai giorni scorsi il fenomeno dell’astensionismo era palpabile nell’aria specie fra le nuove generazioni che sembrano non credere nella politica.

Il tema dell’astensionismo però domina da anni il dibattito politico. Elezione dopo elezione, tornata dopo tornata, la partecipazione elettorale del popolo italiano diminuisce sempre più. Alle prime elezioni della camera dei deputati (1948) partecipò il 92,23% del corpo elettorale, nel 2013 la percentuale era del 75,20%, per la prima volta sotto la soglia dell’80%.

Eppure è una delle maggiori conquiste delle democrazie libere e moderne. Il voto è protetto dalla nostra costituzione, è un diritto inviolabile e al tempo stesso un dovere civico. Nonostante questo sempre più persone decidono di non partecipare, anche perché nel nostro paese votare non è obbligatorio. E così, quasi certamente, anche per queste elezioni politiche del 2022 sarà come ogni tornata elettorale: il partito più grande in Italia è quello dell’astensione.