Mer 24 Lug 2024
spot_img
HomeAttualitàNuova Statale “106” Sibari-Rossano, avviata la...

Nuova Statale “106” Sibari-Rossano, avviata la procedura degli espropri da parte di Anas

Nel quadro dell’espansione della Statale 106, Anas ha annunciato l’imminente esproprio di circa 500 particelle di terreno, interessando oltre 1000 proprietari nella zona di Sibari-Rossano.

La comunicazione ufficiale, inviata ai comuni di Cassano All’Ionio e Corigliano Rossano, dettaglia la necessità di questi espropri per la realizzazione del nuovo tratto stradale che promette di modernizzare anche la sezione a sud di Sibari.

Le particelle interessate sono distribuite tra 301 a Corigliano Rossano e 189 a Cassano, riaccendendo le polemiche sorte nelle ultime settimane. Nonostante le proteste, Silvio Canalella, responsabile di Anas Calabria, ha sottolineato che l’interesse pubblico prevarrà su quello privato e delle amministrazioni locali.

Il progetto, cruciale per il traffico regionale, ha già affrontato opposizioni sia dai proprietari terrieri a rischio esproprio sia da alcune associazioni e l’amministrazione di Corigliano-Rossano. Tuttavia, Anas ha rassicurato che le procedure espropriative seguono il decreto 327/2001, e Canalella ha confermato l’aderenza a tutte le normative sugli appalti pubblici e le conferenze dei servizi.

In conclusione, pur riconoscendo la possibilità di tensioni, Canalella ha espresso cautela riguardo un potenziale blocco del progetto, assicurando che eventuali ricorsi saranno gestiti secondo le procedure amministrative corrette.