Sab 21 Mag 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàAuguri a tutti, perchè ognuno è...

Auguri a tutti, perchè ognuno è innamorato…

Oggi si celebra la giornata degli innamorati, ma l’amore ha diverse sfaccettature. Si può amare in modi diversi ed il sentimento, quello puro, è sempre degno di esser festeggiato. Dunque, buon San Valentino a tutti! Si può addirittura amare e continuare a farlo all’infinito, anche una persona che non c’è più, anche quello è amore.

L’importante è amare…  Il giorno degli innamorati che si celebra ogni 14 febbraio, ha alle spalle una tradizione secolare, ma nel corso del tempo si è andata lentamente modificando. Oggi è tra le ricorrenze più amate da milioni di persone in tutto il mondo che, per l’occasione, si scambiano fiori, cioccolatini o regali per celebrare l’amore. In passato, però, questa festa era dedicata principalmente al culto di un martire del secondo secolo, che sarebbe stato condannato a morte per decapitazione per aver celebrato un matrimonio tra una giovane cristiana e un legionario pagano.

Intorno alla figura del martire, però, ci sono diverse leggende e non è chiaro se tutte le storie siano dedicate alla medesima persona. Non essendoci fonti storiografiche affidabili, in molti sostengono che negli stessi anni sia vissuto a Roma un altro San Valentino che sarebbe morto decapitato nell’Urbe il 14 febbraio del 274. Il motivo della condanna, decisa dall’imperatore Aureliano, sarebbe stata la celebrazione del matrimonio tra la cristiana Serapia e il legionario pagano Sabino. Soprattutto questa vicenda è all’origine del culto arrivato fino a noi. La giornata di San Valentino, secondo la tradizione cristiana, è stata istituita nel 496 d.C. da Papa Gelasio I nel tentativo di ‘cristianizzare’ una precedente festività pagana. Per secoli, infatti, a metà febbraio gli antichi romani avevano celebrato riti propiziatori dedicati all’arrivo della stagione della rinascita