Home Attualità Salvi gli speleologi bloccati nella grotta...

Salvi gli speleologi bloccati nella grotta dopo una piena

Si è  concluso con successo l’intervento di recupero del gruppo dei 5 speleologi che era rimasto intrappolato nell’Abisso di Bifurto, detta anche “Fossa del Lupo”, per un’improvvisa ondata di piena. Anche gli ultimi tre sono stati riportati in superficie. “Stanno tutti bene e non c’è stato bisogno di intervento medico”, dice all’ANSA Giacomo Zanfei, presidente del Soccorso alpino e speleologico della Calabria. “Abbiamo dovuto creare – ha continuato Zanfei – una via attrezzata alternativa e ci vuole tempo per organizzarla e farli uscire uno alla volta. Ci sono una cinquantina di metri di salita in verticale da percorrere. I tempi tecnici sono quelli di un recupero speleologico, ma i soccorsi sono stati tempestivi”. Sul posto sono intervenute subito diverse squadre del Soccorso Alpino e Speleologico e altre unità del CNSAS specializzate in operazioni speleologiche e speleosubacquee. I quattro erano riusciti comunque a ripararsi in un ramo secondario dell’abisso.