Cosenza, le opere di Cracking Art invadono la città

40
Cosenza Cracking Art su Corso Mazzini
Pubblicità

La “Cracking Art” sbarca in città e lo fa con “Battito Animale”, una mostra en plein air che è stata inaugurata ufficialmente ieri sera sull’isola pedonale dal Sindaco Mario Occhiuto e dal Vicesindaco e Assessore alla cultura, on.Jole Santelli, presente anche l’Assessore alla comunicazione e turismo Rosaria Succurro. Con l’occasione il Sindaco Occhiuto e il Vicesindaco Santelli hanno accompagnato lungo il percorso delle installazioni di cracking art una delegazione dell’Ente nazionale per il Microcredito, di cui è Presidente Mario Baccini, a Cosenza per la due giorni del Forum europeo sull’impresa culturale e creativa. “Battito animale” è il primo atto del Festival delle Invasioni 2019 e vede 61 coloratissimi animali, in materiale rigenerato, invadere il centro cittadino in un percorso che dall’inizio di Corso Mazzini si allunga fino a Piazza Bilotti e che crea un singolare e piacevole “cortocircuito” con le opere del MAB dei maestri del XX secolo. L’esposizione sta già scatenando l’entusiasmo di quanti, soprattutto bambini, stanno entrando in contatto con questa autentica esplosione di colori e di creatività, non solo un modo di cambiare il corso della storia dell’arte, ma anche un messaggio sotteso molto più profondo da decrittare: far riflettere chi incrocia sul suo cammino gli animali colorati della mostra sui temi dell’educazione e della rigenerazione urbana, quindi sulla qualità della vita che passa attraverso il rispetto dell’ambiente e la sostenibilità. Sono queste le parole d’ordine praticate dal gruppo di artisti del  movimento  “Cracking Art”, nato 26 anni fa, radunandosi attorno ad un vero e proprio manifesto culturale, conosciuto come “di fine millennio”, affermatosi in tutto il mondo e che oggi può vantare oltre 400 installazioni : da Milano al Central Park di New York, dalla Reggia di Caserta alla Biennale di Venezia e via di questo passo.

Advertisement
Web Hosting