Il Comune di Aprigliano affida il servizio tesoreria a Poste Italiane

41

«Il Comune di Aprigliano, primo Comune in Calabria, ha scelto di affidare il Servizio Tesoreria a Poste Italiane». A darne notizia è il sindaco più giovane della nostra regione, Alessandro Porco. Una scelta all’avanguardia che viene cosi motivata dal primo cittadino di Aprigliano: «Abbiamo optato consapevolmente per l’avvio della partnership con Poste Italiane perché riteniamo sia non solo una scelta vincente ma anche strategica e al contempo coraggiosa. Siamo convinti di questo – incalza Alessandro Porco – per due motivi ben precisi.

Il primo è di carattere puramente economico; infatti il servizio tesoreria precedentemente affidato in gestione ad una banca aveva un costo annuo di 18 mila euro oltre iva mentre adesso, con il nuovo affidamento a Poste Italiane, avremo un costo annuo pari a 4 mila e 200 euro ossia un risparmio per le casse pubbliche di 13 mila e 800 euro. Un dato significativo e incoraggiante. Il secondo motivo, egualmente importante dal punto di vista politico e amministrativo, è che consolidando il nostro rapporto con Poste cioè con una grande azienda nazionale partecipata dalla Cassa Depositi e Prestiti e quindi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, contiamo di tutelare e rafforzare ulteriormente sia la liquidità dell’Ente sia la presenza, anche in un prossimo futuro, dell’Ufficio Postale sul nostro territorio. E lo facciamo con la convinzione che l’Ufficio Postale locale offre dei servizi primari alla nostra comunità che noi intendiamo preservare e mantenere».

Infine il sindaco dichiara: «Abbiamo già predisposto tutta la documentazione tecnica affinché in tempi rapidi venga realizzata la passerella per disabili presso l’Ufficio Postale della frazione Guarno. Una scelta che vuole tutelare la dignità delle persone affette da disabilità e quella dei loro familiari. Riteniamo pertanto questa scelta doverosa e non più rinviabile».

Pubblicità