Mar 30 Nov 2021
spot_img
HomeCostume & SocietàAmbienteDiscarica e rifiuti a Castrovillari, scende...

Discarica e rifiuti a Castrovillari, scende in campo il Comitato di Cammarata

Assai partecipata riunione al Centro Sociale di Cammarata, per fare il punto e coordinare la mobilitazione e le iniziative oppositive alle dissennate e provocatorie iniziative del sindaco Lo Polito, che vorrebbe  riaprire la discarica di Campolescio, ormai già strapiena, sottoposta a procedimento penale in corso e teatro di mille battaglie sul tema della difesa della salute e dello sviluppo agro-alimentare di tutto il Territorio. Ma si è parlato anche dell’altra incredibile richiesta – sempre avanzata dall’Amministrazione di Castrovillari – di allocare nella zona del cementificio l’Ecodistretto a servizio dei rifiuti dell’ATO1, cioè della provincia di Cosenza.

Con la moderazione di Elvira Costabile, del Comitato di Cammarata che ha organizzato l’incontro, sono intervenuti Mario Caligiuri per il Distretto Agro-Alimentare di Qualità (DAQ), Leonardo Golia e Vincenzo Veltri, del Comitato di Cammarata, Ferdinando Laghi di ISDE Italia Medici per l’Ambiente, Francesco Regina, del Comitato Intercomunale di San Basile-Saracena, Domenico Alberti per Confagricoltura, Mariella Buono per Feder Agri – MCL. Presente anche Francesco Saccomanno del Forum Ambientalista Nazionale, mentre il deputato M5S Paolo Parentela ha fatto pervenire la sua adesione e il suo sostegno all’iniziativa e la neo-senatrice di Forza Italia, Fulvia Caligiuri, impegnata in aula a Roma, ha telefonicamente salutato i presenti, confermando, da parlamentare, la disponibilità e il supporto, già sempre offerto come imprenditrice e sindacalista, alle iniziative e agli obiettivi del Comitato.

Tutti gli intervenuti hanno ribadito la ferma determinazione ad impedire qualsiasi colpo di mano sui rifiuti, che metterebbe in discussione l’economia di tutto il Territorio e le migliaia di di posti di lavoro collegati, sottolineando nel contempo l’esasperazione della gente che ormai da 20 anni si ritrova a dover combattere aggressioni territoriali sempre della stessa natura.  Ha preso la parola anche l’avv. Marcello Nardi che ha relazionato sulla vittoria al TAR nella causa da lui patrocinata contro l’insediamento di un mega-impianto, sempre di rifiuti e sempre a Cammarata. All’avv. Nardi, da sempre punto di riferimento giuridico delle vertenze territoriali dell’intera area del Pollino, e non solo, il Comitato di Cammarata ha donata una targa ricordo in ringraziamento della sua instancabile e apprezzatissima attività, gratuita ed efficace.