Mer 29 Set 2021

sibarinet

Home Sport Calcio Cosenza calcio: un pareggio sudato

Cosenza calcio: un pareggio sudato

Cosenza: (3-4-3) Perina; Capela, Monaco, Legittimo; Bittante, Bruccini, Kone, Carretta, D’Orazio; Pierini, Rivière

Panchina: Saracco, Quintiero,Corsi, Idda, Broh, Greco, Trovato, Machach, Baez

All.: Piero Braglia

Frosinone: (4-3-1-2) Iacobucci; Salvi, Brighenti, Ariaudo, Zampano; Paganini, Vitale, Haas; Ciano; Citri; Trotta.

Panchina: Bastianello, Salvati, Zampano, Krajnc, Eguelfi, Gori, Tribuzzi, Rohdén, Matarese, Novakovic, Rohden

All.: Alessandro Nesta

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini

Assistenti: Christian Rossi di La Spezia; Robert Avalos di Legnano

IV Uomo: Ivan Robilotta di Sala Consilina

Marcatori: Ciano (FRO); Carretta (COS);

Sostituzioni: Baez per Riviere (COS); Idda per Capela (COS); Novakovic per Ciano (FRO); Corsi per D’Orazio (COS); Rohden per Trotta (FRO); Tripuzzi per Vitale (FRO).

Ammoniti: Bittante (COS); Kone (COS); Paganini (FRO); Ariaudi (FRO);

Espulsi: Paganini (FRO)

Recupero: 2’ pt; 6’ st

FROSINONE- Inizia a pieno ritmo la sfida tra Frosinone e Cosenza al Benito Regime, con i padroni di casa che si rendono subito pericolosi in avanti con la coppia Citro-Trotta, anche se l’occasione più importante arriva per il Cosenza con un gol annullato a Bruccini al decimo minuto di gioco per fuorigioco.

I padroni di casa continuano a spingere trovando un calcio di rigore, molto dubbio, al 23’ procurato e realizzato da Ciano che porta in vantaggio il Frosinone. Un Cosenza rivoluzionato da Braglia, ma che nel primo tempo della gara ha lo stesso atteggiamento visto nell’ultimo scontro casalingo, rimanendo spento e senza idee.

La formazione calabrese ha un’ultima opportunità prima dell’intervallo per riacciuffare il risultato  con Bittante (colpevole di aver determinato il calcio di rigore), che spreca un buon  cross di D’Orazio calciando sul fondo. Dopo due minuti di recupero, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi sul risultato di 1-0.

Il Cosenza rientra in campo dopo l’intervallo e riesce a trovare la rete del pareggio dopo cinque minuti con un gran gol di Carretta (primo gol dei Lupi in trasferta), che elude la difesa avversaria e spedisce la palla in rete risollevando il morale della squadra. Il Frosinone contrattacca subito, e lo fa con Trotta che non riesce, però, a finalizzare a due passi da Perina.

Sospinto dall’entusiasmo del gol, ci riprova il Cosenza, sprecando clamorosamente un’occasione con Baez a porta vuota, che, su assist di Carretta, non riesce ad indirizzare la palla in rete.

Dal 70’ in poi solo Frosinone, che prova a riportarsi in vantaggio a più riprese, trovandosi di fronte un insuperabile Perina che blinda la porta per più di venti minuti. I padroni di casa non demordono, e provano a chiudere la partita nel recupero con Tripuzzi che colpisce l’incrocio dei pali.

Un finale al cardiopalma per entrambe le squadre, ma al triplice fischio finale, dopo l’espulsione di Paganini, il risultato rimane invariato (1-1). Una prestazione di carattere quella dei rossoblu, che riescono a resistere alle continue incursioni dei padroni di casa (grazie soprattutto alla prestazione super di Perina), riuscendo ad ottenere il secondo punto di fila.