Sanità, pericolo scampato (almeno per il momento) per i precari calabresi

38

Giornata campale ieri per i numerosi precari della sanità calabrese che dalle prime ore della mattina hanno aspettato il “verdetto” davanti la sede del consiglio regionale di Reggio Calabria. In serata è arrivata, da parte del Consiglio regionale, l’approvazione della proposta di legge che reca “provvedimenti urgenti per garantire l’erogazione dei servizi sanitari in ambito regionale”.

La legge battezzata “salva-precari”, prevede una proroga fino a fine anno dei contratti dei lavoratori che operano nelle strutture ospedaliere della Calabria in procinto di licenziamento o che sono stati licenziati qualche giorno fa.

Una legge ad hoc che però non mette fine alla complicata vicenda. Il prosieguo sarà tortuoso. La strada sarà lunga prima che si possa trovare il bandolo della matassa.

Pubblicità