Influenza 2019: 2 calabresi su 5 a letto. Ecco le regole per difendersi

71
Pubblicità

Temperature ballerine, freddo e caldo improvvisi danno i primi risultati: epidemie influenzali. Gran parte dei calabresi sono già alle prese con l’influenza che di solito si registra solo durante la metà di Dicembre, tra Natale e Capodanno.

L’influenza stagionale che inizia a diffondersi di consueto in chiusura di anno, ha già raggiunto alti livelli, tanto che l’incidenza risulta superiore a tutte le ultime 15 stagioni.

Influenza 2019-2020: come prevenirla 

E’ possibile proteggersi dall’influenza attraverso 5 semplici azioni, raccomandate dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). “I sintomi influenzali più comuni – si legge sul sito – includono febbre, tosse secca, mal di testa, dolori muscolari e articolari, mal di gola e naso che cola”. Ogni anno milioni di persone vengono colpiti dall’influenza. La maggior parte guarisce entro una settimana, ma per pochi sfortunati, l’influenza può essere mortale.

Il primo consiglio è vaccinarsi. “La vaccinazione annuale è il modo piu’ efficace per proteggersi dall’influenza e da gravi complicazioni”, dice l’Oms. “La vaccinazione è particolarmente importante per le donne in gravidanza, in qualsiasi fase della gravidanza. E’ anche fondamentale – continua – per i bambini dai 6 mesi ai 5 anni, le persone anziane, le persone che soffrono di patologie croniche e per gli operatori sanitari”.

Altra regola è quella di lavarsi le mani regolarmente. “Lava regolarmente le mani con acqua corrente e sapone e asciugale accuratamente con un asciugamano monouso”, dice l’Oms.

Evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca. E’ più probabile che i germi entrino nell’organismo attraverso gli occhi, il naso e la bocca. “Non puoi controllare tutto ciò che inali, ma puoi ridurre il rischio di infezione tenendo le mani lontane dal viso”, specifica l’Oms. “Se devi toccare gli occhi, il naso o la bocca, fallo con un fazzoletto pulito o lavati prima le mani”, aggiunge.

L’Oms consiglia inoltre di evitare di di stare con persone malate. L’ influenza è contagiosa. “Si diffonde facilmente in spazi affollati, come sui trasporti pubblici, nelle scuole e nelle case di cura e durante gli eventi pubblici”, spiega l’Oms. “Quando una persona infetta tossisce o starnutisce, le goccioline contenenti il virus possono diffondersi fino a un metro e infettare gli altri che le inspirano”

Infine, si raccomanda di restare a casa, in caso ci si ammali. Stare con gli altri li mette a rischio. “Questo è particolarmente vero per le persone con patologie croniche come il cancro, le malattie cardiache e l’HIV”, dice l’Oms.

Advertisement
Web Hosting