Sab 30 Mag 2020
Advertising
Home Costume & Società Bimba con malattia rara senza cure,...

Bimba con malattia rara senza cure, la denuncia: “ci prendono in giro”

- Advertisement -

Anno nuovo, vecchi problemi. In Calabria nulla cambia. Questa mattina la prima denuncia del 2020.

Questa è la storia di Maria (il nome è di fantasia), madre di una splendida bimba con una sindrome che le comporta un grave deficit psicofisico.

“Mia figlia al momento è senza cura riabilitativa logopedica ed il trattamento farmacologico non basta. Io combatto questa battaglia da più mesi ma ora non ce la faccio più, ho bisogno di aiuto”, è l’appello della madre della piccola di Cosenza.

In realtà – prosegue Maria – fino ad ottobre del 2019, la bimba era in carico all’unica logopedista di un Centro di Terapia Fisica e Riabilitazione privato di Cosenza, ma dal momento in cui il medico è andata via, non si è provveduto alla sostituzione di quella figura professionale che per mia figlia è indispensabile.

Da allora comincia il calvario – continua Maria. La mia piccola, ha estremamente bisogno di cure logopediche. Nonostante la fisioterapia prosegua, la bimba sta riscontrando seri problemi per via della mancanza di un piano di intervento multidisciplinare. L’ASL ha autorizzato tutto, nonostante ciò il Centro di Riabilitazione Estensiva Extra Ospedaliera (convenzionato) al quale ci siamo da tempo affidati, non ci da risposte, lasciando cadere nel vuoto le nostre richieste.

Maria, deve badare da sola ad assistere la figlia affetta da una malattia rara praticamente da sempre, combattendo anche contro un sistema che non vuole riconoscerle il sacrosanto diritto alla cura. Sì, perché dopo varie attese e richieste, dal Centro non si muove nulla.

Basterebbe dunque un semplicissimo passaggio, un banale via libera per poter procedere
con l’iter burocratico e fare in modo che la bambina sia presa in carico da una nuova logopedista, ma siamo alle solite.

In Calabria nulla è scontato.

Intanto, la piccola continua a dover lottare da sola contro quella maledetta malattia degenerativa, che comprende anche la deglutizione e la respirazione senza l’apporto che dovrebbe esser garantito da una normale gestione sanitaria del sistema.