Piste da sci calabresi: le più innevate del centro sud, ma ancora chiuse

Pubblicità

Il Presidente del Comitato Calabro Lucano FISI avv. Bianca Zupi esprime il proprio compiacimento per l’attenzione della stampa e della politica relativamente al sistema neve calabrese. Finalmente si sono accesi i riflettori sulle grandi criticità e, in particolare, su Lorica le cui piste da sci sono le più innevate del centro sud, ma ancora chiuse.

Il caso Lorica è un vero e proprio affronto a tutti i calabresi per i 20 milioni di euro spesi per modificare ciò che esisteva e funzionava, visto che i nuovi impianti non sono mai entrati a pieno regime.

Ultimati nel 2016, i nuovi impianti di risalita a cabinovia e seggiovia di Lorica, voluti fortemente dalla Regione Calabria attraverso l’utilizzo dei Progetti Integrati di Sviluppo Locale del Por Calabria Fesr 2007-2013 – Pisl denominato Lorica “Hamata” In Sila Amena, di proprietà del Comune di Casali del Manco, sono ancora non funzionanti.

Secondo il comunicato politico del tempo, un nuovo comprensorio sciistico stava per prendere l’avvio con una gestione privata venticinquennale che avrebbe consentito, secondo i fautori del progetto, “a tutti i Calabresi di trascorrere momenti sereni ed indimenticabili di sport sulla neve. Un comprensorio,  moderno che offre l’emozione di sciare su  piste da discesa nel pieno del Mediterraneo, con vista diretta sulle Eolie e perfino sull’Etna; offrendo moderne piste per lo sci invernale compreso lo snowboard e le gare di SledDog con i cani da slitta sulle vette e a Carlo Magno dove esistono altri impianti di sci da fondo; Lorica è una  stazione invernale sportiva qualificata, che ospiterà anche dello sci notturno e come già negli anni precedenti  i campionati regionali organizzati dalla FISI, Federazione Italiana Sport Invernali”

Questo Comitato Regionale ha partecipato a varie riunioni preliminari fornendo gratuitamente soluzioni tecniche. Durante la prima gestione provvisoria ci siamo interessati affinché la stazione conseguisse le omologazioni ufficiali per la disputa di gare di sci alpino. 

Siamo nel 2020, la neve c’è, abbiamo anche inserito nel calendario gare ufficiale alcune competizioni, ma Lorica è inesorabilmente chiusa!

Abbiamo appreso dalla stampa (cfr. servizio TGR del 02-01-2020) che tra una ventina di giorni gli impianti dovrebbero essere aperti. Speriamo che non si tratti di un’apertura provvisoria strumentale alle imminenti elezioni regionali. Speriamo che Lorica non venga ancora una volta umiliata, visto che le vicende sono note in tutta Italia e che siamo un Paese leader nel turismo sportivo invernale.

Auspichiamo che l’attenzione resti alta e che si continui a vigilare sul destino di un investimento tanto consistente.

 

Pubblicità