Gio 29 Lug 2021
Advertising
Home Cronaca Ristoratori sull'orlo di una crisi di...

Ristoratori sull’orlo di una crisi di nervi. L’Asp impone altre regole da seguire

Ristoratori sull’orlo di una crisi di nervi. Esercenti esasperati, costretti a fare i conti con i mancati introiti degli scorsi mesi e la mancanza di liquidità per affrontare nuove spese, ora si trovano a doversi scontrare, come di consueto accade, con una complicata e quanto mai ingarbugliata burocrazia. Faldoni di carte da compilare, migliaia disposizioni di da seguire. Linee guida governative, regionali, comunali e come se non bastasse adesso arriva anche l’Asp a dettare nuove regole. Insomma, un comparto già al collasso che rischia seriamente di soccombere.

nuovi obblighi imposti dall’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, comunicati a tutti i sindaci della provincia, circa la gestione delle aree esterne utilizzate dagli esercizi commerciali (bar, pub, ristoranti, trattorie, ecc…) non previsti dalle linee guida regionali o nazionali, sarebbe impossibile seguirli pedissequamente. Covid19_Fase 2_Somministrazione alimenti_aree_pubbliche E’ pur vero che si parla di “raccomandazioni”, ma siamo in un paese dalle mille controversie, dunque, giustamente, i ristoratori, sono preoccupati e ci scrivono: “Ci mancava anche questa! E’ di poche ore fa una nota del Dipartimento Prevenzione dell’Asp che ci taglia le gambe. Regole assurde non contemplate ne dal governo ne dalla Regione alle quali bisogna attenersi. Purtroppo noi siamo allo stremo delle forze, anche psicologiche oltre che economiche e andando avanti così saremo costretti ad abbassare nuovamente le saracinesche. Per noi è impossibile attenerci scrupolosamente alle regole, ma dobbiamo farlo prima di incorrere anche in qualche sanzione che non possiamo permetterci di pagare!”