Home Sport Calabria, il CSI e l’Unicef convocano...

Calabria, il CSI e l’Unicef convocano “l’esercito della speranza”

di Federica Costabile

È notizia di pochissimi giorni fa che la regione Calabria, tramite l’assessorato al welfare, ha messo a disposizione oltre 5 milioni e mezzo di euro a sostegno dei progetti per contrastare la povertà educativa e supportare i centri estivi diurni e ricreativi del territorio.

Finalità che ben si sposano con il corso che CSI (Centro Sportivo Italiano) regionale e Unicef Calabria hanno avviato nei giorni scorsi e al quale hanno aderito oltre cinquecento tra adulti e ragazzi che si specializzeranno nella figura dell’educatore sportivo. La modalità online ha permesso a molti di partecipare anche da fuori regione. Diversissime le tematiche affrontate con figure professionali e tecnici: dalla psicomotricità al gioco come strumento educativo per la crescita non solo fisica ma anche cognitiva dell’individuo. 

I corsisti, che sono ancora impegnati in questo viaggio, sono accompagnati virtualmente anche da Giorgio Porro e Paolo Cicciù, presidente regionale e consigliere nazionale CSI, che fortemente hanno voluto organizzare questo percorso denominando tutti i futuri educatori sportivi “esercito della speranza”. Un esercito pronto a guidare i più piccoli a riprendere quegli spazi (centri sportivi, oratori, manifestazioni sportive) sottratti causa quarantena e a farlo in totale sicurezza.