Sab 31 Lug 2021
Advertising
Home Costume & Società Fermata a Torano del Frecciargento, Aieta...

Fermata a Torano del Frecciargento, Aieta preannuncia mozione in consiglio regionale

Fermata Frecciargento Sibari-Bolzano alla stazione di Torano-Lattarico Continuano le adesioni dei sindaci e di altre importanti figure istituzionali. L’ultima, in ordine di tempo, quella del consigliere regionale, Giuseppe Aieta, che, dopo aver sentito Corbelli, con un post sulla sua pagina Fb ha dato il suo sostegno all’iniziativa preannunciando, a questo proposito, una mozione in consiglio regionale. Intanto ieri si era registrata l’adesione in blocco di tutti sindaci del Savuto. 10 primi cittadini del Savuto hanno infatti aderito all’iniziativa del leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli. E’ così salito a 33 il numero dei sindaci. A cui si aggiungono le adesioni del Presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, dei due parlamentari, Alessandro Melicchio dei 5 Stelle e Enza Bruno Bossio del Pd, oggi, quella anche, come detto, del consigliere regionale Aieta e quella dell’ex consigliere regionale e leader di Italia del Meridione, Orlandino Greco.

Complessivamente sono quasi una quarantina (38 per esattezza, al momento, ma il numero è in costante aumento)le figure istituzionali che portano avanti, insieme a Corbelli, questa iniziativa chiedendo l’immediata istituzione di questa fermata strategica (che ha costo zero per lo Stato!) che interessa oltre 300mila persone di 60 comuni dell’area urbana di Cosenza, della Presila, del Savuto, della Valle del Crati e dell’Esaro. Questi i 33  sindaci: Mario Occhiuto (Cosenza), Giovanni Greco (Castrolibero), Giuseppe Belcastro (San Giovanni in Fiore), Giovanni Altomare (Rogliano), Salvatore Magarò (Castiglione Cosentino), Francesco Lo Giudice (Bisignano), Umberto Federico (Luzzi), Lucio Franco Raimondo (Torano Castello), Antonella Blandi (Lattarico), Paolo Calabrese (San Martino di Finita) Ferruccio Mariani (Mongrassano), Pino Capalbo (Acri), Virginia Mariotti (San Marco Argentano), Paolo Calabrese ( San Martino di Finita), Giuseppe Rizzo (Cerzeto) Gioberto Filice (Cervicati), Roberto Ameruso (Tarsia), Daniele Atanasio Sisca (Santa Sofia D’Epiro), Vincenzo De Marco (San Sosti), Romeo Basile ( Mottafollone). E le ultime 12  adesioni di oggi, i sindaci di Cerisano, Lucio Di Gioia, e di Marano Principato, Luigi Pulice, e i 10 sindaci del Savuto : Raffaele Pane(Scigliano), Antonio Basile(Belsito), Orazio Berardi(Mangone), Lucia Nicoletti(Santo Stefano di Rogliano), Roberto De Marco (Grimaldi), Donatella Deposito(Parenti), Pasquale Taverna(Bianchi), Giovanni Lucia(Colosimi),  Giuseppe Vigliaturo(Carpanzano),Vincenzo Conte(Cellare).

 “Questo treno Frecciargento è una grande, unica, irripetibile occasione per tutti questi territori, sino ad oggi completamente tagliati fuori dai collegamenti veloci con Roma e il Nord, afferma Corbelli.  E’ una battaglia che accomuna tutti, che va al di là della politica e guarda solo all’interesse dei nostri comuni e della nostra gente. E’ la difesa e richiesta di un diritto che rivendichiamo con forza, con la fermata del Frecciargento nella moderna e da poco ristrutturata stazione di Torano, situata in un posto centrale, a 200 metri dallo svincolo autostradale e a soli 10 minuti da Cosenza, a 15 minuti da Acri  e dallo svincolo di Rogliano”.