Sab 18 Set 2021

sibarinet

Home Costume & Società Solidarietà La solidarietà del gruppo IGreco alla...

La solidarietà del gruppo IGreco alla comunità di don Giacomo Panizza

Se è pur vero che la solidarietà non va in vacanza per la famiglia Greco ci sono alcuni momenti in cui sentono con maggiore urgenza il desiderio di fare qualcosa per gli altri. Uno di questi è sicuramente quello attuale: un momento che instilla naturalmente al gruppo IGreco il desiderio di condivisione e di solidarietà verso la Comunità Progetto Sud, la quale nei giorni scorsi aveva subito il furto di due mezzi fondamentali per la lavorazione dei terreni gestiti dalla cooperativa ortofrutticola “Le agricole”. E così oggi, in rappresentanza della famiglia Greco, Giancarlo ed il nipote Tommaso hanno deciso di consegnare un trattorino nuovo ed un tagliaerba ristrutturato in dono alla Comunità Progetto Sud. Due regali perfetti con una missione doppiamente buona.

Naturalmente, soddisfatto e felice don Giacomo Panizza: «Si riparte da gesti come questi, che sono la chiave di volta sociale per la lotta alla ndrangheta, dove lo Stato fa la sua parte, ma anche i cittadini e le cittadine». Dice il sacerdote, accogliendo il dono degli imprenditori calabresi, nei locali della Comunità – e continua – «Quando accanto al voler lavorare e lavorare bene c’è la coscienza umana, sociale e politica si può uscire anche dai tempi più bui, come in questo del Covid. Si esce dalle crisi – continua, Panizza, Presidente della Comunità Progetto Sud –  con lo scambio ma anche con il dono. Con il fare impresa non per mero profitto ma perché il territorio ne abbia beneficio e possa crescere. Fare le cose per dono consente alle società e alle comunità di ripartire». E Conclude – «Abbiamo ricevuto tanta solidarietà e gesti di vicinanza e oggi arriva questo gesto di consegna di un trattorino nuovo e di un tagliaerba da parte dell’ impresa IGreco a cui va il nostro grazie. Anche questo, oggi, ci aiuta a ripartire. Infatti, questa nostra Calabria potrà crescere davvero se insieme a strumenti di lavoro ci mettiamo anche scelte di solidarietà».