Sab 11 Lug 2020
Advertising
Home Attualità Salute&Benessere C’è il primo farmaco anti-Covid: il...

C’è il primo farmaco anti-Covid: il Remdesivir autorizzato dall’Ema

- Advertisement -

I segnali erano sembrati soddisfacenti sin da subito, e infatti sarà il primo farmaco ad essere commercializzato in Europa contro il Coronavirus. Il Remdesivir, farmaco usato in passato per contrastare il virus dell’Ebola, è il primo ad aver ottenuto il via libera dall’Ema, l’Agenzia europea del farmaco.

La valutazione dell’antivirale era iniziata a maggio e subito i ricercatori si erano accorti della discreta efficacia, associata a un basso rischio di controindicazioni, nei pazienti con Covid grave che richiedevano ossigeno supplementare. I risultati su questo medicinale, tra l’altro, sono arrivati in un tempo eccezionalmente breve grazie a una procedura di revisione continua, un approccio utilizzato dall’Ema durante le emergenze di sanità pubblica per valutare i dati non appena disponibili.

La ricerca ha dimostrato che i pazienti trattati con Remdesivir si sono ripresi dopo circa 11 giorni, rispetto ai 15 giorni per i pazienti trattati con placebo. Per i pazienti con malattia grave, che costituivano circa il 90% della popolazione dello studio, il tempo necessario per il recupero era di 12 giorni nel gruppo Remdesivir e 18 giorni nel gruppo placebo. Questo effetto non è stato osservato invece nei pazienti con malattia da lieve a moderata: il tempo per il recupero è stato di 5 giorni sia per il gruppo Remdesivir che per il gruppo placebo.

Ora, l’Ema raccomanda l’autorizzazione condizionata all’immissione in commercio del Remdesivir per il trattamento del Covid-19 negli adulti e adolescenti di età superiore a 12 anni con polmonite che richieda supporto per la respirazione.

Toccherà adesso alla Commissione europea prendere una decisione sull’autorizzazione condizionale all’immissione in commercio per l’antivirale la prossima settimana, consentendo la commercializzazione del prodotto sul territorio Ue.