Dom 25 Ott 2020
Advertising
Home Attualità Prevenzione diffusione Covid, l'esempio arriva dagli...

Prevenzione diffusione Covid, l’esempio arriva dagli amministratori calabresi

Abitudine sempre più diffusa fra politici e amministratori calabresi è l’assoluta mancanza di utilizzo dei presidi anti-COVID 19 e il rispetto per le regole da rispettare per evitare il contagio.

A denunciare il cattivo esempio dato da molti politici ed istituzioni regionali della Calabria i tanti cittadini rimasti inorriditi dalle immagini che circolano da giorni sui social che ritraggono in bella mostra, tra gli altri, il presidente Jole Santelli ed il sindaco di Reggio Calabria città più grande della nostra regione Reggio Giuseppe Falcomatà, durante festeggiamenti per i recenti successi elettorali in spregio alle norme da loro stessi emanate.

Le istituzioni dovrebbero dare l’esempio ai cittadini. Ma purtroppo nella nostra regione non è così. I dati sulla diffusione del terribile virus in Calabria non sono stati mai allarmanti, il Covid-19 ha mietuto vittime, ma non come nel resto del Paese. Certamente non è stata la fortuna ad assisterci, ma il buon senso che sicuramente non ci hanno trasmesso i nostri rappresentanti. La stragrande maggioranza della gente comune ha osservato le regole scrupolosamente, rispettando e onorando gli sforzi anche dei medici e paramedici che hanno messo a rischio la loro vita e quella dei loro cari, esponendo anch’essi al serio rischio di contagio.

Il cattivo esempio arriva proprio da Politici e Amministratori: è sconcertante constatare che i primi a violare le disposizioni sono proprio coloro i quali le impongono: gli amministratori e i politici calabresi. Non tutti, ovviamente, e meno male diremmo. Sono distratti: impegnati in corse elettorali, in appoggio a questo o quello, a curare e coccolare il papabile di turno. Ancor più grave è la leggerezza con la quale si fanno ritrarre sfacciatamente durante festeggiamenti in barba a tutte le regole comportamentali per prevenire il contagio e limitare il rischio di diffusione del Coronavirus.

Purtroppo in Calabria, tra l’altro, come si può osservare, non c’è nessuno schieramento politico a far eccezione. Sono accomunati, quasi tutti, dalla stessa arroganza e tracotanza. Dal centro destra, al centro sinistra, tutti raggruppati da un unico scorretto atteggiamento.

A questo punto è doveroso lanciare un segnale: “Un amministratore, un sindaco, un assessore, un consigliere è innanzitutto un esempio. Nel bene e nel male. Se ne rendano conto al più presto e diano una sterzata brusca a questi comportamenti. Quello del rispetto delle leggi, e ancor più quello del Bene Comune”. E aggiungiamo: anche per rispetto delle tante persone care, carissime che abbiamo perso. E delle quali anche la Calabria ha cicatrici che forse mai si rimargineranno completamente.