Home Attualità Verso nuovo Dpcm: "coprifuoco dalle 22"

Verso nuovo Dpcm: “coprifuoco dalle 22”

Dopo il vertice fiume a Palazzo Chigi tra i capi delegazione dei partiti di maggioranza e il premier Conte sulle misure da mettere in campo in un nuovo Dpcm anti-Covid, oggi previsto l’incontro del governo con le regioni.

Non si allenta la morsa della seconda ondata del coronavirus dunque è necessario un altro Dpcm, che a quanto si apprende da fonti di governo, potrebbe essere varato tra domenica e lunedì. Segnato un nuovo record di casi da coronavirus in Italia, secondo quanto comunicato dal Ministero della Salute: sono 10.010 i nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore a fronte di oltre 150mila tamponi (ieri i nuovi contagi erano 8.804 ma i tamponi erano di più).

“L’Unione europea sta finanziando le più importanti ricerche ed è in condizione di potersi garantire varie centinaia di milioni di vaccini”, lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervistato ieri sera al Festival di Limes, a Genova. “È stato un investimento ad ampio spettro, alcuni gruppi prospettano esiti per fine novembre o dicembre, potremmo avere molto presto 200 o 300 milioni di vaccini. Saremo in grado di inondare i nostri sistemi di vaccini e ci siamo premurati anche di procurarli anche per i Paesi con le economie più fragili”.

Tra le ipotesi si fa largo quella di un coprifuoco dalle 22, ma non un vero lockdown.

Massimo Galli, direttore Malattie Infettive all’Ospedale Sacco di Milano, ha lanciato un nuovo allarme sulla situazione dei contagi in Italia. Il professore è stato intervistato da Fanpage.it e Repubblica e ha svelato che restano solo quindici giorni per evitare che la situazione diventi insostenibile. “Rivedo le stesse scene di marzo, tra 15 giorni saremo come la Francia”, ha affermato.