Home Sport Calcio Pordenone - Reggina, Folorunsho la riacciuffa...

Pordenone – Reggina, Folorunsho la riacciuffa allo scadere

Pordenone – Reggina 2-2

La Reggina come sempre si dimostra dai primi minuti una formazione compatta e molto offensiva, capace di mettere in difficoltà gli avversari e rendersi protagonista del match (anche quando fuori casa). Il primo colpo degli amaranto arriva al decimo minuto di gioco con un tiro da fuori area, facile preda di Perisan che neutralizza il tiro. Bastano solo altri cinque minuti ai ragazzi di Toscano, però, per portarsi in vantaggio con il tiro al volo di Liotti che, tutto solo, batte l’estremo difensore del Pordenone.

La Reggina appare tranquilla e ordinata, gioca come sa riuscendo a neutralizzare l’avanzata offensiva dei ramarri che appaiono disordinati e nervosi. Partita tesissima con il Pordenone che inizia ad uscire fuori alla mezz’ora di gioco, dopo aver sofferto le ripartenze degli ospiti, soprattutto sulla fascia destra con un Lafferty indomabile. Il Pordenone cresce, con Diaw che sembra rientrato in partita, e comincia a far paura alla Reggina che è costretta a spendere qualche fallo di troppo nelle retrovie. L’occasione migliore arriva, però, per la Reggina che sfiora il raddoppio in chiusura di primo tempo con Bianchi che aggancia la palla proposta da Denis, ma la palla bacia il palo e si spegne sul fondo.

In avvio di secondo tempo, al primo pallone giocabile, Davide Diaw mette la firma sul match e riporta in equilibrio il risultato. L’uomo migliore dei ramarri riceve palla sulla sinistra, si accentra e scaglia la palla in rete superando Guarna. Ora è la formazione di casa che spinge e velocizza il gioco, rendendo la partita molto più divertente rispetto al primo tempo, che prova a ribaltare il risultato.

La Reggina continua a spingere sulle fasce laterali, ma il Pordenone ribalta la situazione con Ciurria che lascia partire un mancino potentissimo sul quale Guarna non può niente. Mossa azzeccata quella di Tesser che ha spostato proprio Ciurria in posizione di trequartista nel secondo tempo. Partita che continua ad essere segnata da un forte nervosismo in campo e le due formazioni, ora, non lesinano sui colpi. la Reggina non smette di crederci e continua a spingere come può, trovando la rete del pareggio al 90′ con Folorunsho, aiutato da una deviazione difensiva del Pordenone.

Un secondo tempo giocato ad altissima intensità da entrambe le squadre, caratterizzato dal nervosismo. Nessuna vittoria ancora per i padroni di casa, mentre la Reggina trova l’ennesimo pareggio. Un tempo per parte e risultato che rispecchia l’equilibrio visto in campo tra le due formazioni.


 

Pordenone: Perisan; Vogliacco; Barison; Bassoli; Falasco; Magnino; Calò; Scavone; Zammarini; Diaw; Ciurria.

Panchina: Bindi; Camporese; Chrzanowski; Berra; Stefani; Mallamo; Rossetti; Pasa; Misuraca; Musiolik; Butic.

Allenatore: Attilio Tesser

Reggina: Guarna; Loiacono; Cionek; Del Prato; Rolando; Bianchi; Crisetig; Liotti; Bellomo; Lafferty; Denis.

Panchina: Farroni; Stavropoulos; Rossi; Di Chiara; Gasparetto; De Rose; Faty; Folorunsho; Mastour; Situm; Peli; Vasic

Allenatore: Mimmo Toscano

Arbitro: Sig. Eugenio Abbattista di Molfetta

Assistenti: Sig. Giovanni Baccini di Conegliano e Sig. Davide Moro di Schio

IV Uomo: Sig. Daniele Paterna di Teramo

Marcatori: Liotti (RGI); Diaw (POR); Ciurria (POR);

Sostituzioni: Butic per Scavone (POR); Di Chiara per Liotti (RGI); Folorunsho per Bianchi (RGI); Vasic per Denis (RGI); Misuraca per Magnino (POR); Mastour per Bellomo (RGI); Mallamo per Ciurria (POR); Situm per Loiacono (RGI);

Ammonizioni: Bellomo (RGI); Rolando (RGI); Cionek (RGI); Misuraca (POR); Di Chiara (RGI);

Espulsioni: ///

Recupero: 0’ p.t. ; 4′ s.t.