Home Politica Morra: "Calabresi non meritano aiuto. Jole...

Morra: “Calabresi non meritano aiuto. Jole Santelli stava morendo e l’hanno votata”

Forse Nicola Morra disconosce l’antico detto che non si può fare di tutta l’erba un fascio. Indegne, soprattutto, le parole dello stesso presidente della commissione nazionale antimafia, su Jole Santelli: un’offesa alla memoria della governatrice calabrese e per tutti i malati oncologici.

Gettano fango su tutti i calabresi le parole, senza senso, pronunciate dal pentastellato Morra dopo l’arresto del presidente del Consiglio regionale calabrese Domenico Tallini. Intervenuto a Radio Capital, il senatore M5s ha dichiarato che “Tallini è stato il più votato nel collegio di Catanzaro, se non il più votato in Calabria. È la dimostrazione che ogni popolo ha la classe politica che si merita”. Poi aggiunge: “Sarò politicamente scorretto, ma era noto a tutti che la Presidente della Calabria Jole Santelli fosse una grave malata oncologica. Umanamente ho sempre rispettato la defunta Jole Santelli, politicamente c’era un abisso. Se però ai calabresi questo è piaciuto, è la democrazia, ognuno dev’essere responsabile delle proprie scelte”. Il messaggio che traspare appare il seguente: hai scelto un presidente malato di cancro? Fatti tuoi se muore nel corso del mandato. Lapsus, bestialità, problemi con la lingua italiana? Non è chiaro, ma ai calabresi non è piaciuto.

Anche il centrodestra insorge e ne chiede le dimissioni, ma Morra imperterrito continua a sostenere e difendere quanto dichiarato a Radio Capital: “Ho parlato di dati di fatto. Se poi qualcuno vuole fare il taglia e cuci come fosse il vestito di Arlecchino faccia pure, ma non è informazione, non è verità.