Home Attualità Nomina commissario sanità, il Governo: "una...

Nomina commissario sanità, il Governo: “una corsa a due”

Insomma, la fumata bianca non è ancora arrivata. In una regione in cui la sanità è commissariata da 10 anni, l’indecisione del premier Giuseppe Conte e di tutto il Governo grava su tutta la Calabria. Dal 7 novembre, giorno delle dimissioni dell’ex generale dei Carabinieri Saverio Cotticelli, in carica dal 2018, i problemi si sono amplificati.

Un piano anti Covid rimasto lettera morta, insomma un mix esplosivo, con la Calabria in zona rossa.

E dopo i primi sospiri di sollievo dalla notizia diffusa, in primis dal Corriere della Sera, sulla nomina del nuovo commissario ad acta al piano di rientro della sanità in Calabria, l’Ansa che ha effettuato una verifica con il governo ha definito “prematuro” dare per acquisita la scelta. La corsa per ripianare i conti alla sanità calabrese, spiegano fonti di governo, in questo momento è a due: da un lato Narciso Mostarda, dall’altro l’ex prefetto di Firenze Luigi Varratta. Si punta a chiudere nel Cdm di questa sera.

(Quando scriviamo è ancora in corso a Palazzo Chigi la riunione del Consiglio dei Ministri iniziata alle ore 18.00)