Home Politica Crisi governo, alla Camera passa la...

Crisi governo, alla Camera passa la fiducia a Conte con 321 sì

Passa alla Camera la fiducia al governo Conte. Primo scoglio superato a Montecitorio con 321 voti favorevoli e 259 contrari e 27 astenuti. Nonostante i renziani si siano astenuti il governo di Giuseppe Conte ottiene la fiducia della Camera. Il premier passa la prova di Montecitorio incassando una fiducia piena, con ben sei voti oltre la maggioranza assoluta. 

La lunga giornata di Montecitorio era iniziata questa mattina alle 12.13, quando il premier è intervenuto in Aula rilanciando l’alleanza di governo e aprendola ai “volenterosi” che hanno “a cuore il destino dell’Italia”.

Dopo il voto alla fiducia Renata Polverini lascia Forza Italia. “Lascio Forza Italia, per forza. Non ho votato sì a un provvedimento, ho votato sì alla fiducia” al governo Conte. Lo annuncia Renata Polverini, lasciando l’Aula della Camera dopo il voto di fiducia al governo, che ha ottenuto 321 sì. “Ho votato la fiducia, come ho sempre fatto nella mia vita mi sono assunta una responsabilità. Non condivido la crisi ora, con la pandemia, le persone in difficoltà, i licenziamenti. Non possiamo continuare a dire che tutto non va bene, io mi assumo le mie responsabilità. Punto”.

“È un fatto politico molto importante”, ha commentato il segretario del Pd, Nicola Zingaretti. Da fronte 5 Stelle Vincenzo Crimi parla di una “giusta risposta ai cittadini” e esorta ora a “voltare pagina”, mentre Leu sottolinea: “Il dato politico è che Conte ha una maggioranza autosufficiente”. Ma il leader di Italia viva, Matteo Renzi, replica che è “risicata” e avverte: “Vedremo al Senato. Con un voto in più hai fiducia, ma difficoltà in commissioni”.

Domani la votazione al Senato.