Home Cronaca Si arriva al limite, furto in...

Si arriva al limite, furto in una chiesa di Scalea

di Virgilio Minniti

Il  furto in chiesa va oltre ogni cosa. E’ la sintesi di un degrado morale e civile che negli ultimi tempi è sempre più marcato. E’ il vero cancro della società a livello mondiale, più della più famosa epidemia da coronavirus. Violare un luogo sacro va al di là del semplice furto, rappresenta l’abbattimento di ogni barriera, l’azzeramento di ogni pudore e di dignità. Quella dignità umana che dovrebbe frenare l’istinto umano che, combinato con quella parte di noi che risponde al nome di ragione e intelligenza,  non dovrebbe andare oltre il compimento di determinate azioni. Evidentemente tutto ciò spesso non funziona e porta l’essere umano a compiere gesti vili anche in luoghi di culto dove  risiedono valori di pace, carità e serenità d’animo.

Quella che purtroppo manca ed è mancata a colui o coloro i quali si sono resi autori del furto nella Chiesa di San Nicola in Plateis di Scalea messo in atto nella notte tra domenica e lunedì scorsi. Poche centinaia di euro il contenuto della cassetta delle offerte come rilevato da Don Giacomo Benvenuto che solo quando ha trovato il portone di ingresso forzato ha iniziato a realizzare quello che avrebbe scoperto da li a poco. Un furto che oltre e più del valore economico apre una voragine sulla carenza di principi che hanno investito la società. Non si può arrivare a violare un luogo di culto per nessuna ragione al mondo. Una crisi di identità di valori e pudore nell’epoca dove tutto scorre troppo velocemente, anche per fermarsi, riflettere e ripartire. Ma forse questo tempo non lo abbiamo più …