Sab 21 Mag 2022
spot_img
HomeCronacaCosenza, Pronto Soccorso in affanno e...

Cosenza, Pronto Soccorso in affanno e senza primario

Purtroppo non si tratta di un incubo, è l’amara realtà. L’Ospedale dell’Annunziata di Cosenza è ripiombato nel caos, l’area di emergenza è in tilt. Avevamo anticipato anche ieri la “sofferenza” del nosocomio cosentino, nelle ultime ore però si aggiunge un ulteriore tassello rilevante: il Pronto Soccorso rimane anche senza primario. Il professor  Michele Mitaritonno risulta vincitore di un concorso presso il nosocomio di Busto Arsizio (VA) e lascia la città dei Bruzi.

 

La nave, dunque, è stata abbandonata, lasciata senza motore, alla deriva e rischia (ancora una volta) di rovesciarsi e sversare in acqua i passeggeri. Quando una nave imbarca acqua, si tamponano ora l’una ora l’altra falla, ma se incomincia a cedere e ad aprirsi in più punti, non c’è rimedio per l’imbarcazione che si sfascia. Quando tutte le commessure si aprono, come in un edificio marcio, e mentre ne ripari una, se ne spacca un’altra, bisogna cercare il modo di venirne fuori. Allo stesso modo l’ospedale di Cosenza, che rischia seriamente di “abbandonare” i pazienti del Pronto Soccorso, da giorni in attesa di cure. La gravità della situazione epidemiologica ha determinato l’ennesimo collasso e a distanza di un anno nulla è cambiato.