Mar 13 Apr 2021
Advertising
Home Sanità In Regione si discute di sanità,...

In Regione si discute di sanità, ma Longo non si presenta

“Questa mattina ho partecipato alle riunioni delle Commissioni del Consiglio Regionale Salute e antindrangheta. Avremmo dovuto approfondire tante tematiche relative all’erogazione dei servizi sanitari in Calabria, allo stato di attuazione degli interventi di edilizia sanitaria e alla campagna vaccinale anti Covid-19. Purtroppo, gran parte delle domande che avremmo voluto porre, a nome di tutti i calabresi, sono rimaste senza possibilità di risposta. Il Commissario ad acta Guido Longo ha ritenuto di ignorare il Consiglio Regionale della Calabria e di non presentarsi, senza una plausibile motivazione, dinanzi ai rappresentanti eletti dei cittadini. Pur apprezzando la presenza del DG Fortunato Varone e dell’ing. Pasquale Gidaro, l’assenza del Commissario Longo è un fatto grave, che stigmatizzo con determinazione. Un vero e proprio sgarbo istituzionale nei confronti della massima assemblea legislativa e rappresentativa della nostra Regione. I calabresi pretendono risposte da chi è stato incaricato di gestire la sanità, un servizio fondamentale per la vita di ciascuno e per la società. Siamo stanchi di essere ignorati e trattati da colonia, che non merita nemmeno la dignità di essere ascoltata. Ora basta. Da chi si è presentato sotto le insegne della legalità, i calabresi vogliono trasparenza e una interlocuzione chiara e costante. I calabresi devono sapere che la Regione Calabria, in materia di sanità e campagna vaccinale, è spogliata di ogni competenza, che sono in capo alla struttura commissariale, guidata oggi da Guido Longo. Il Governo del Paese intervenga e ponga fine a questo stato di grave indifferenza e approssimazione” – Così il Consigliere Regionale, Raffaele Sainato.