Gio 29 Lug 2021
Advertising
Home Costume & Società “The Keepers” su Rai1: il corto...

“The Keepers” su Rai1: il corto girato al Castello Svevo di Cosenza

Il cortometraggio “The Keepers”, girato al Castello Svevo di Cosenza e patrocinato dall’Amministrazione comunale al programma di Rai “Cinematografo”.

Compiacimento espresso dal Sindaco Mario Occhiuto che ha indirizzato un messaggio al produttore del corto Ermanno Reda e al regista Gianfranco Confessore, ospiti del programma di Gigi Marzullo in onda su Raiuno.

“Grazie al programma “Cinematografo”, molto seguito dagli appassionati della settima arte, e al produttore Reda e al regista Confessore – ha sottolineato il Sindaco Occhiuto – la città di Cosenza, attraverso le immagini, tra lo storico e l’avveniristico, del cortometraggio “The Keepers”, ha avuto modo, ancora una volta, di proporsi alla ribalta nazionale in tutta la sua bellezza che rappresenta la nostra vera carta d’identità. Negli anni di governo della città – ha aggiunto Occhiuto – la nostra visione è stata quella di valorizzare da una parte i nostri giacimenti culturali, ambientali e paesaggistici, ma, dall’altra, anche le storie immateriali.

Nel corso del programma di Marzullo, le suggestive immagini di “The Keepers” sono state accompagnate anche dagli interventi del regista Gianfranco Confessore e del produttore Ermanno Reda. “The Keepers – ha spiegato Confessore nel corso di “Cinematografo” – è un thriller fantasy-storico ambientato ai giorni nostri, ma ispirato alla figura dell’imperatore Federico II di Svevia, lo stupor mundi nato nel 1194 e che fu definito dalla storia come un prodigio, un prescelto, una sorta di predestinato, il primo esempio di vera integrazione tra popolo cristiano e musulmano.

Nella realizzazione del corto – ha spiegato ancora il regista ed anche direttore della fotografia – abbiamo usato una serie di tecniche e tecnologie che vengono normalmente utilizzate nelle grandi produzioni, dalla modellazione tridimensionale agli effetti particellari per le esplosioni, fino ad arrivare alla stampa in 3D di alcuni degli oggetti di scena più significativi. Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto”.

Ermanno Reda ha, invece, spiegato la genesi di  “The Keepers”. “Nasce – ha detto – da un laboratorio cinematografico, patrocinato, come il corto, dall’Amministrazione comunale di Cosenza e che ha voluto dare ai partecipanti la possibilità di cimentarsi in una vera e propria produzione. Siamo stati in concorso ai David di Donatello e siamo tutt’ora attenzionati da una importante piattaforma di streaming e proprio in quest’ottica stiamo lavorando per produrre il seguito di The Keepers, dal titolo “The Gift”, una vera e propria serie tv di cui dovrebbe far parte un cast di attori professionisti, capeggiato dall’attrice napoletana Marina Suma”.