Gio 17 Giu 2021
Advertising
Home Costume & Società "Mani tese", l'impegno di 4 ragazze...

“Mani tese”, l’impegno di 4 ragazze per un futuro migliore

di Giovanna Mazzuca

Parlare di una società nella quale tutti i diritti e le libertà fondamentali siano giuridicamente rispettati e riconosciuti, è per voi un’utopia o qualcosa di realizzabile? Un mondo dove non vi siano ingiustizie, un mondo libero dal lavoro minorile, libero dalla carenza di acqua e di cibo, una società nella quale esista un’equa distribuzione delle risorse finanziarie e dove la personalità di ognuno di noi possa liberamente valorizzarsi ed espandersi.

Il mondo è pronto per essere definito realisticamente perfetto? Probabilmente ancora no, ma posso assicurarvi che esistono quattro ragazze, che andremo adesso a conoscere, che con impegno e tenacia, lottano quotidianamente affinché per le generazioni future, il mondo possa finalmente essere il luogo ideale dove vivere.

Livia, Allegra, Ilaria e Federica sono la trasposizione reale dei “Fantastici 4”, no, non hanno super poteri, ma alla fine di questa intervista le considererete delle vere e proprie eroine. 

Quando e perché nasce “Mani Tese – un impegno di giustizia”? 

Mani Tese ONG Onlus nasce nel 1964. È un’organizzazione non governativa che da oltre cinquant’anni si batte per la giustizia sociale, economica e ambientale nel mondo. Oltre ad essere una Onlus è riconosciuta anche, come Ente morale. L’organizzazione opera in Africa, Asia e America Latina con progetti di cooperazione internazionale al fine di sviluppare insieme alle comunità locali, un’economia autonoma e sostenibile. Sul territorio nazionale, invece, promuove progetti, campi di volontariato e stili di vita improntati alla solidarietà e alla sostenibilità attraverso migliaia di volontari attivi sul territorio. Mani tese Cosenza è un gruppo locale della ONG nazionale.

Quali sono gli ambiti socio-culturali nei quali si sviluppa l’Onlus?

Le matrici fondamentali di “Mani Tese” sono essenzialmente quattro: cibo, ambiente, diritti ed educazione.

Promuoviamo la sovranità alimentare e il diritto al cibo grazie alla creazione di sistemi agro ecologici, sosteniamo la giustizia ambientale come diritto dei popoli a esercitare il controllo sulle proprie risorse; lottiamo contro le schiavitù moderne: trafficking, lavoro minorile, sfruttamento nelle filiere e costruiamo un futuro sostenibile educando le nuove generazioni alla cittadinanza globale.

L’Onlus persegue tre fini: la giustizia sociale, intesa come un’equa distribuzione della ricchezza e concreta possibilità per ogni essere umano di rivendicare, esercitare e attuare le proprie libertà fondamentali, la giustizia ambientale, ovvero la ridefinizione delle forme di sovranità popolare sulle risorse naturali e delle relative modalità di accesso, gestione e controllo per promuovere un diverso modello di sviluppo fondato sui valori di uguaglianza e sobrietà ed infine la giustizia economica ossia la promozione di sistemi finanziari, di produzione e consumo in grado di salvaguardare e promuovere i beni comuni e l’interesse pubblico, anteponendo i diritti umani fondamentali ai profitti di mercato.

Parliamo dei progetti e delle iniziative che il gruppo “Mani Tese Cosenza” promuove.

Tutto ha inizio con l’iniziativa benefica “Molto più di un pacchetto regalo”, una campagna di volontariato e raccolta fondi che si svolge da più di 10 anni durante il periodo prenatalizio.  

Lo scorso anno, durante la prima ondata pandemica, siamo state sollecitate dalla sede nazionale a partecipare a diversi incontri di formazione e meeting specifici di confronto con i vari gruppi territoriali, per sviluppare insieme nuove idee e progetti da realizzare online. Grazie a questi scambi, abbiamo deciso di ufficializzare il gruppo di volontari e di creare la nostra pagina Facebook “Mani Tese Cosenza”.

Quest’ultima è stata utilizzata come piattaforma per la presentazione di due interessanti rubriche: il ciclo di interviste dal titolo “Emergenza Covi-19: la parola al personale sanitario” e il lancio di una selezione di documentari dal titolo “Donne che cambiano il mondo”

La scorsa estate, in occasione di un’iniziativa organizzata e promossa da “La Terra di Piero”, abbiamo allestito un banchetto di intrattenimento interattivo con e per i bambini. Dopo un lungo inverno di riflessione,  causato dalla chiusura generale per la pandemia, abbiamo deciso di organizzare un nuovo e bellissimo progetto, ovvero la “Prima edizione del concorso fotografico dal titolo “Dualismi – Umanità e Ambiente”

Raccontateci di più su questo concorso fotografico, a chi si rivolge e tutte le informazioni utili.

Abbiamo deciso di organizzare questo concorso fotografico con lo scopo di coinvolgere e sensibilizzare la comunità locale sul tema dell’impatto umano sul territorio. La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti coloro che risiedono nella provincia di Cosenza. I partecipanti potranno inviare le proprie fotografie, tramite messaggio privato alla pagina Facebook “Mani Tese Cosenza”, fino alle ore 23.59 del 22 maggio. Le fotografie verranno pubblicate il 25 maggio sulla stessa pagina e saranno valutate in base ai “mi piace” degli utenti Facebook e da una giuria composta da rappresentanti delle associazioni “Ladri di Luce” e “Friday for Future Cosenza”, che collaborano con noi a questa iniziativa, verranno altresì giudicate da Giuseppe Stanganello, consigliere di Mani Tese. La proclamazione dei vincitori avverrà il 5 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente. Il regolamento completo del concorso e le modalità di partecipazione sono interamente disponibili sulla nostra pagina Facebook. 

Cosa possono fare le persone per sostenere “Mani Tese”.

Nello specifico, “Mani Tese Cosenza” è alla ricerca di volontari, attivisti e sostenitori che credano nei nostri valori e nella possibilità concreta di costruire una società basata sull’uguaglianza e sul rispetto dei diritti umani e dell’ambiente. Per unirsi al gruppo basta scrivere alla pagina Facebook “Mani Tese Cosenza, oppure all’indirizzo mail: cosenza@manitese.it

Quattro donne forti, con l’animo pregno di amore e benevolenza che con perseveranza lottano ogni giorno per rendere, anzi per costruire, una società migliore. 

Le eroine del domani.

Il loro impegno deve essere anche il nostro, “vis unita fortior”.