Mar 15 Giu 2021
Advertising
Home Attualità Salute&Benessere Covid, l’acqua con il cloro delle...

Covid, l’acqua con il cloro delle piscine abbatte il virus in 30 secondi

In alcuni esperimenti condotti in laboratori di massima biosicurezza del Regno Unito, un team di ricerca guidato da scienziati dell’Imperial College di Londra ha dimostrato che l’infettività delle particelle virali del coronavirus SARS-CoV-2 viene abbattuta di mille volte dall’acqua con cloro delle piscine. Bastano solo 30 secondi.

In Italia le piscine al chiuso saranno tra le ultime attività a riaprire in questa nuova fase della pandemia di COVID-19. Secondo l’ultimo decreto dedicato alle riaperture, la data cerchiata sul calendario è il primo luglio, sebbene ci si stia muovendo per poterla anticipare. A suffragare il possibile anticipo sulla tabella di marcia vi sono risultati di alcune recenti ricerche, nelle quali è stato dimostrato che le particelle virali del coronavirus SARS-CoV-2 vengono inattivate in una trentina di secondi dall’acqua clorata delle piscine.

Ma che caratteristiche deve avere l’acqua della piscina per essere così efficace? Gli scienziati hanno determinato che deve avere una concentrazione di cloro pari a 1,5 milligrammi per litro di acqua, mentre il pH deve essere compreso tra 7 e 7,2. Il cloro è risultato tendenzialmente più efficace con un pH più basso.