Gio 5 Ago 2021
Advertising
Home Costume & Società Oggi a Cosenza Rotary Club e...

Oggi a Cosenza Rotary Club e UICI insieme per l’Arte accessibile

di Pierfrancesco Greco

Rendere l’onirica e siderale dimensione della bellezza artistica una fonte di gioia capace di giungere ad aspergere chiunque voglia ritemprarsi con il profumo generato dal genio creativo, valicando ogni barriera, ogni ostacolo, ogni impedimento, sensibile o astratto che sia; questo il nobile obiettivo verso cui tende il progetto “Il Rotary crea opportunità: l’arte accessibile a tutti”, finanziato dal Rotary  Club Cosenza – Distretto 2100 –, presieduto, per l’anno 2020/21, da Francesco Maria Conforti;

un sodalizio, quello cosentino, che è parte della celebre associazione internazionale di service club, collettore di valori e impegno, attraverso cui uomini e donne, siano essi amici, conoscenti, professionisti e imprenditori, accomunati da un fertile spirito d’iniziativa relativamente alla promozione di una socialità evoluta e solidale, si ritrovano per dedicarsi alla risoluzione delle questioni più impellenti del nostro tempo, condividere opinioni, pareri e orizzonti, operare, in definitiva, al fine di produrre un diuturno progresso strutturale e morale nell’ambito del consesso umano. Una mission, quella del Rotary, i cui crismi trovano piena corrispondenza nel piano summenzionato, che, elaborato in collaborazione con la sede territoriale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Cosenza, guidata da Franco Motta, e con la SAM (Sicurezza Autonomia e Mobilità), presieduta da Giovanni Bilotti, sarà presentato oggi pomeriggio, 28 giugno 2021, a partire dalle ore 16.30, in modalità mista, ovvero telematica, su piattaforma  ZOOM, e in presenza, presso la Sala Giorgio Leone della Galleria Nazionale di Cosenza, ubicata nel centro storico di Cosenza, all’interno del cinquecentesco Palazzo Arnone, sorgente sul colle Triglio, in Via Gian Vincenzo Gravina, sede di una rimarchevole raccolta di dipinti rivisitante le fasi più espressive della sublime vicenda artistica italiana, lungo il segmento temporale compreso tra i secoli XVI e XIX, con una peculiare attenzione verso gli artisti che sono nati nella nostra regione o che, comunque, hanno lavorato e lasciato in Calabria traccia del loro genio.

La Galleria, inoltre, serba la collezione della Banca Carime, compendiante opere realizzate tra il Quattrocento e il Novecento, nonché un rilevante insieme di quadri concepiti nell’ambito delle correnti artistiche contemporanee, e si dedica, altresì, all’allestimento di mostre focalizzate sia su artisti già compresi nei propri spazi espositivi, sia sulle espressioni creative più prossime ai nostri giorni che trovano genesi sul territorio. Proprio ai tesori custoditi nella pinacoteca di Palazzo Arnone, qui sommariamente descritta, volge lo sguardo il progetto in questione, che ha preso forma grazie alla mediazione della dottoressa Nives Paola Mastromonaco, psicologa, socia del Rotary Club Cosenza e consigliere provinciale dell’UICI: uno sguardo finalizzato a rendere accessibile la poetica venustà delle opere d’arte ornanti la Galleria di Cosenza ai non vedenti e, in ogni caso, a chiunque abbia difficoltà di lettura, come i dislessici, attraverso opportune targhe didascaliche, con scrittura in nero, braille e QR code.

Uno sguardo volto a dare linfa, attraverso l’esposizione di ciò che il genio creativo è capace di realizzare, alla determinazione di chi ha il desiderio di abbeverarsi alle fonti della bellezza, per volare oltre ogni ombra, oltre ogni limite, verso un’esistenza congrua all’umana felicità.