Sab 18 Set 2021

sibarinet

Home Attualità Soverato, fiaccolata per Simona Cavallaro: "Non...

Soverato, fiaccolata per Simona Cavallaro: “Non si può morire così in un luogo pubblico”

A tre giorni da quel tragico avvenimento che ha sconvolto la collettività, è stata organizzata una speciale fiaccolata dall’associazione dei commercianti di Soverato, insieme ad altri sodalizi e organizzazioni di volontariato.

Una “tragedia”, un “dolore atroce”, un’”ingiustizia”. Sono diversi i modi con cui nella giornata di ieri, domenica 29 agosto, è stata definita la terribile morte che ha colpito la ventenne Simona Cavallaro – uccisa pochi giorni fa da un branco di cani in una pineta a Satriano, in provincia di Catanzaro – nel corso di una fiaccolata organizzata a Soverato a cui hanno partecipato – oltre ad amici, parenti e numerosi cittadini – anche il papà Alfio e il fratello gemello Pietro.

Non si può andare in un posto pubblico e perdere la vita in questo modo – ha detto il fratello Pietro -. Non è giusto che succeda una cosa del genere. Non si può morire così, non è giusto… le istituzioni se ne fregano… non è giusto“.

Una tristezza grandissima, espressa anche dal padre della giovane. “Tutto potevo immaginare, qualsiasi cosa – ha affermato – ma mai che mia figlia Simona facesse una fine del genere. È una tragedia, non ci sono parole”.

“So solo che avevo un gioiello di figlia – ha concluso Alfio Cavallaro – in tutti i sensi: aveva un futuro roseo, un’intelligenza superiore alla norma. È un dolore atroce perderla“. I funerali, nel rispetto delle norme anti Covid, si terranno oggi pomeriggio, alle 17, nel cortile davanti all’oratorio della chiesa Maria Immacolata di Soverato.