Lun 25 Ott 2021

spazio pubblicitario disponibile

HomeAttualitàBambini a scuola nei gazebo nel...

Bambini a scuola nei gazebo nel Vibonese: “Meglio di Dad o chiusura”

Momenti di tensione, di protesta ma anche di confronto e dialogo. Il tutto con i bimbi un po’ incuriositi ma – purtroppo – anche un po’ anche spaventati dai modi e dai toni degli “adulti” da cui in teoria dovrebbero prendere esempio.

È successo questo e molto altro questa mattina a Porto Salvo, frazione di Vibo Valentia, dove i piccoli studenti della scuola Primaria e dell’Infanzia (dell’istituto comprensivo “Amerigo Vespucci”) hanno svolto le attività didattiche all’aperto, e all’interno di alcuni gazebo, a causa della pericolosità della struttura che ospitava l’istituto. Qualcuno ha inscenato una piccola protesta con qualche cartello ma, principalmente, sono stati numerosi i genitori che – per oltre un’ora e mezza – si sono confrontati con la dirigente Maria Salvia e con il sindaco Maria Limardo.

“Il Comune si è ritrovato a fare una serie di accertamenti su tutta l’edilizia scolastica, e le indagini hanno restituito una situazione di pericolosità tale da indurci a chiudere l’istituto scolastico“. Ha spiegato il sindaco Limardo. “Io alla sindaca l’ho detto chiaramente – ha detto a riguardo la dirigente scolastica Salvia – chi te lo faceva fare di andare a scoperchiare questo pentolone dopo sessant’anni che nessuno mette mano? Ti ritrovi ad avere tutte le scuole scoppiate. Tutte. Chi te l’ha fatto fare? Dormivi come hanno dormito tutti quelli prima di te. Era una provocazione ovviamente”.