Ven 3 Dic 2021
spot_img
HomePoliticaGiunta Occhiuto: nomine, aspettative ed esclusi....

Giunta Occhiuto: nomine, aspettative ed esclusi. Le risposte nell’intervista

Sulla composizione della Giunta Regionale, annunciata dal presidente Roberto Occhiuto solo due giorni fa, risponde la senatrice di Forza Italia, Fulvia Michela Caligiuri, intervistata dal nostro collaboratore Massimiliano Oriolo.  

1) È cominciata da poche ore l’Era Occhiuto Presidente. Quali le sue aspettative per il futuro della Calabria?

Un famosissimo cantante italiano (Jovanotti) – che ha tra l’altro annunciato ieri il ritorno in Calabria con il suo mega show nella splendida cornice di Roccella Jonica – canta “è l’inizio di una nuova era”.
A me piace declinare questa frase dicendo che continua la nuova era con il percorso avviato dalla Presidente Santelli e che ora, come dice sempre il Presidente Occhiuto, lui proseguirà. L’impegno è massimo da parte di tutti: la nuova squadra di governo è a lavoro già da ieri e il Presidente non si è risparmiato in questi giorni. Lo si è visto con il primo grandissimo risultato, la nomina in Consiglio dei Ministri a commissario della sanità, che è la prima promessa mantenuta, incarico di grande responsabilità su cui tutti i riflettori – ma soprattutto le speranze – sono puntati.
Come dico spesso, chi ben comincia è a metà dell’opera e sicuramente quella targata Occhiuto e Forza Italia sarà una Calabria che renderà orgogliosi in primis calabresi. È sicuramente un progetto ambizioso ma, insieme, lo realizzeremo.

2) Un pensiero sulla mancata nomina alla Vice presidenza di Nino Spirli’, nonostante i precedenti accordi pre-elettorali con la Lega.

Non credo si possa parlare di accordi mancati, credo piuttosto che le decisioni del Presidente Occhiuto siano frutto di serrato e costante dialogo con gli alleati, così come sempre si è fatto.
Infatti, anche il Leader della Lega Matteo Salvini ha parlato di scelte di qualità. Personalmente, credo che in ogni caso bisogna essere grati a Nino Spirli’ per il lavoro svolto in un contesto per nulla semplice.

3) Quale il suo pensiero per la non conferma del Capitano Ultimo nella giunta. Un uomo di indiscussa moralità sarebbe stato ancora oggi il fiore all’occhiello della presidenza Occhiuto, dopo la sua dichiarazione ” La Ndrangheta fa schifo”.

Quella di Capitano Ultimo è una figura su cui la Presidente Santelli aveva puntato molto. L’Italia tutta dovrebbe valorizzare personalità come la sua, coraggiose e determinate. Ricordo benissimo la conferenza stampa che lei stessa decise di organizzare alla Camera dei Deputati per presentare la sua nomina ad assessore all’ambiente. Una scelta inaspettata (ma neanche tanto per chi conosceva Jole) e una scommessa vincente. Personalmente, con Capitano Ultimo ho sempre lavorato bene e sono certa che lavorerò altrettanto bene con chi sarà delegato agli affari ambientali in qualità di suo successore.
4) Un suo pensiero sulla nuova squadra di Occhiuto.
Credo che ci siano tutte le carte in regola per fare un ottimo lavoro. Questo che stiamo attraversando, le fasi che ci porteranno a utilizzare il denaro del PNRR, è sicuramente un’occasione da non lasciarsi sfuggire. Credo che quando la preparazione incontra l’opportunità – il PNRR e la nuova programmazione europea sono un’irripetibile opportunità – , si possono fare grandi cose. E così sarà!