Dom 23 Gen 2022
spot_img
HomeSportCalcioTurno disastroso per le calabresi. Contestazioni...

Turno disastroso per le calabresi. Contestazioni per Cosenza e Reggina

Il 14° turno di campionato si è rivelato fatale per le calabresi. Cosenza, Reggina e Crotone hanno ceduto il passo a – rispettivamente – SPAL, Benevento e Vicenza. I pitagorici rimangono nella zona rossa della classifica, il Cosenza rientra in zona play-out e la Reggina è fuori dalla zona play-off (anche se la classifica rimane cortissima). A quasi trecentotrenta chilometri di distanza due delle tifoserie calabresi che seguono la propria squadra in cadetteria si sono rese protagoniste di una contestazione verso Cosenza e Reggina al termine delle rispettive partite perse contro SPAL e Benevento.

A Cosenza dopo una partita di controllo ma dal mordente limitato che ha fatto capitolare in casa – per la seconda volta in questo campionato – i calabresi contro una SPAL non irresistibile, la squadra è stata chiamata sotto la Curva Nord che a gran voce ha manifestato un forte dissenso verso la prestazione fatta vedere oggi dai ragazzi di Zaffaroni.

 

rossoblù sotto la Curva Nord del “S.Vito/Marulla”

A Benevento, complice la pesante sconfitta per quattro reti a zero e il susseguirsi di voci extra campo riguardanti la società, l’esito degli amaranto è lo stesso. Chiamati a gran voce sotto il settore ospiti del “Vigorito”, i calciatori hanno ascoltato le parole di protesta – e sostegno – provenienti dalle gradinate.

amaranto sotto il settore ospiti al “Vigorito” di Benevento

La Calabria è terra di appartenenza e da entrambi i settori, distanti qualche centinaio di chilometri, il grido comune “SIAMO NOI!” – chi per il Cosenza e chi per la Reggina – ha sottolineato ancora una volta quanto per il tifoso sia importante il rispetto per la maglia prima che il risultato, anche se le due cose inevitabilmente corrono a braccetto tra di loro.