Mer 19 Gen 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàCulturaCapire già da bambini l'importanza della...

Capire già da bambini l’importanza della differenziata, il progetto nel cosentino

A Diamante, la città dei Murales, si va a scuola di differenziata. Ecoross incontra i bambini del comune tirrenico che ha da poco ricevuto l’assegnazione della Bandiera Blu da parte della Foundation for Environmental Education, trovando grande interesse per le tematiche ambientali e ottima conoscenza delle buone pratiche in termini di rifiuti. La lezione dell’Informatrice Ambientale di Ecoross Aldina Provenza si è tenuta nella palestra dell’Istituto Comprensivo alla presenza della Dirigente scolastica, prof.ssa Patrizia Barbarello, dei delegati dell’amministrazione comunale, Antonio Cauteruccio e Pino Pascale, e del responsabile dei Servizi di Igiene Urbana di Ecoross, dott. Simone Turco.

In aggiunta alle attività teoriche e pratiche, tese a sensibilizzare alle problematiche ambientali potenziando le conoscenze e favorendo comportamenti corretti nei confronti di tutto ciò che ci circonda, la proposta educativa prevede tre attività di approfondimento, distinte per classe, che riguardano tre tipologie di rifiuto; carta, multimateriale, frazione organica.

I tre “focus” accompagnano alunni, docenti e collaboratori scolastici a conoscere in maniera approfondita le tre tipologie di rifiuti differenziandole in maniera corretta, imparando anche quanto sia importante l’apporto che ogni singolo cittadino può fornire nell’ambito della gestione dei rifiuti a livello comunale. Oltre a pensare agli spazi della scuola in maniera più corretta e rispettosa, l’obiettivo dei focus è quello di rivedere il sistema di raccolta dei rifiuti della Comunità scolastica proprio per contribuire alla risoluzione delle problematiche ambientali, vissute sul territorio in maniera sempre più urgente. Per i due focus su carta e multimateriale, la Ecoross ha dotato la scuola primaria dell’istituto di ecobox per facilitare le raccolte di tali tipologie di rifiuto, che saranno monitorate settimanalmente attraverso il “pesometro”, fornito sempre dall’azienda, in grado di dare il corrispettivo peso di ciascuna busta. Al termine dell’anno scolastico i dati dei quantitativi raccolti potrebbero essere trasmessi ai consorzi Comieco e Corepla che si occupano del riciclo di tali rifiuti/risorse. Per quel che concerne il terzo focus sulla frazione organica attuato nel plesso di Cirella, Ecoross ha dotato la scuola di un contenitore marrone per classe, al fine di facilitare la raccolta dell’umido. Tale rifiuto con l’ausilio dei docenti e dei collaboratori scolastici dovrà essere successivamente conferito nella compostiera fornita dalla stessa Ecoross e collocata negli spazi verdi della scuola. Sarà interessante vedere come il rifiuto organico, dopo almeno 40 giorni, si trasforma in terriccio fertilizzante (compost).

Il consigliere comunale con delega all’Ambiente, Antonio Cauteruccio, ha esaltato il senso di responsabilità dei piccoli partecipanti, che si mostrano entusiasti di contribuire a raccogliere più rifiuti possibili nella loro scuola, perfettamente smistati. Apprezzati i tre approfondimenti che costituiscono un modo divertente per far capire agli studenti la mole di rifiuti che quotidianamente vengono prodotti e che diventano una risorsa grazie a chi, come loro, effettua una corretta separazione.

Non è un caso che Diamante si forgia di un marchio ambientale riconosciuto a livello internazionale: la Bandiera Blu. «L’abbiamo conquistata con orgoglio quest’anno e ci candidiamo nuovamente per il 2022. È un marchio per la nostra città e per i turisti che vengono a villeggiare da noi. Non vogliamo che sia solo un autoproclamo. È il premio per tutta la comunità che ha lavorato affinché potesse raggiungere l’obiettivo» ha concluso il delegato all’Ambiente Cauteruccio.

Il vicesindaco del comune di Diamante Pino Pascale, che ha preso parte alle attività a nome di tutta l’amministrazione e del sindaco, il sen. Ernesto Magorno, ha così commentato al termine della lezione: «Siamo felici dell’iniziativa di oggi di Ecoross che si aggiunge alle attività di sensibilizzazione ambientale che il Comune porta avanti da molto tempo ormai. Le nostre campagne mediatiche, tra video, spot e materiale cartellonistico, sono state studiate appositamente per favorire un cambiamento culturale in termini ambientali, perché se non si cambia rotta prima possibile, il pianeta è destinato alla distruzione» afferma accorato il vicesindaco Pascale.