Ven 27 Mag 2022
spot_img
HomeSportCalcioCosenza, Tribuna vip, tifo e colori...

Cosenza, Tribuna vip, tifo e colori rossoblù

Stadio Marulla delle meraviglie. Colori e tifo, atmosfera d’altri tempi. Di altre partite e di altri ricordi. Sin dalle 18: due ore e mezza prima dell’inizio del match fila ai tornelli e speranze rossoblù.

Più di 12mila presenze, sciarpe al vento e tifo alle stelle. La curva Nord Catena al grande completo, “noi vogliamo questa vittoriaaaa”, il coro ininterrotto. La curva Sud Bergamini con una coreografia da brividi con i colori magici dei Lupi. Preoccupazioni e tensioni, in attesa del risultato tra Alessandria e Vicenza. 

Tribuna stampa affollata ed hostess in costante affanno per dissipare il tifoso inquieto. Nella “vip” sfilata di politici e imprenditori. I primi a presentarsi i Greco, a seguire i diversi sponsor della stagione. “Prego, il suo posto è qui”, il gentile invito all’ingresso. E poi la politica: il sindaco Franz Caruso in maglioncino blu; la presidente della provincia Rosaria Succurro col marito-capodigabinetto Marco Ambrogio in primissima fila.

Qualche poltroncina più giù l’assessore regionale Fausto Orsomarso. Si intravede anche Carletto Guccione. I consiglieri comunali di Cosenza in ordine sparso. Qualcuno anche di Rende supportati dal portavoce del primo cittadino Romanelli. Una stretta di mano con Paride Leporace, i sorrisi con Massimo Clausi, gli occhioloni di Giampaolo Calabrese. Dalla film commission al calcio, interessi e passioni. 

A fine primo tempo abbracci e sorrisi. Ma si soffre. “Facciamo un gol? Vinciamo?”, la frase ricorrente. Il consigliere regionale Pierluigi Caputo scherza, il presidente del consiglio di Cosenza Mazzuca si guarda intorno mentre il magistrato Tridico sorseggia acqua. Fino al gol di Zilli, non la cantante Nina. Ma Massimo, numero 40 entrato da pochi minuti. Il Marulla esplode, il cuore pure. Di più.

Che finale. E che tifo. “Perché noi non ci arrendiamo, fino a quando non vinciamo…resteremo in serie B”, il coro all’infinito.