Dom 22 Mag 2022
spot_img
HomePoliticaLa Calabria tutelerà ed aiuterà gli...

La Calabria tutelerà ed aiuterà gli anziani, nasce la “Commissione anziani”

«Mi fa molto piacere comunicare che la Giunta regionale ha istituito, su mia proposta, la “Conferenza permanente sulle problematiche degli anziani e dei pensionati”.

Ne avevo parlato di recente con i sindacati, che lamentavano la mancata attuazione della legge sull’invecchiamento attivo, già varata dalla Regione nel 2018. Avevo promesso loro che avrei immediatamente attivato le procedure necessarie per poterla finalmente attuare, e così è stato, abbiamo appena compiuto il primo passo».

L’Assessore alle Politiche Sociali della Regione Calabria, Tilde Minasi, rende nota con queste parole la nascita della “Commissione anziani”, atto prodromico a tutti gli altri previsti dalla legge regionale 12/2018, emanata dalla Regione 4 anni fa a tutela della terza età, ma finora non ancora attuata.

La Commissione, presieduta dallo stesso Assessore alle politiche sociali e composta dal dirigente generale del Dipartimento Lavoro e Welfare e da un rappresentante di ciascuna delle organizzazioni sindacali dei pensionati maggiormente rappresentative, avrà due funzioni fondamentali: individuare le soluzioni alle problematiche degli anziani in tema di sanità e qualità della vita, inclusione sociale e povertà, trasporti, mobilità e servizi, sicurezza, rischio abitativo e qualità sociale con particolare interesse per le aree interne; assicurare, con politiche condivise, un livello adeguato di benessere della popolazione anziana, riservando una particolare attenzione alle persone non autosufficienti, con interventi mirati alla tutela, promozione e valorizzazione dell’invecchiamento attivo.

La delibera regionale prevede poi la costituzione di un altro organismo: un Tavolo permanente di lavoro, presieduto dal dirigente lavoro e welfare o suo delegato e composto dai dirigenti generali di altri dipartimenti (salute e servizi sociali, agricoltura e risorse agroalimentari, territorio e tutela dell’ambiente, Istruzione, formazione e pari opportunità, Infrastrutture e lavori pubblici, programmazione unitaria), da un rappresentante dell’Anci e da un rappresentante di ciascuna delle organizzazioni sindacali dei pensionati più rappresentative, che dovrà elaborare il programma annuale di attività, individuando le azioni migliori per favorire la socializzazione e mantenere l’anziano attivo sul piano psico-fisico e promuovere percorsi per l’inclusione sociale attiva.

Per coadiuvare in queste scelte i componenti per Tavolo, potranno essere chiamati a partecipare anche esperti delle materie di volta in volta oggetto della discussione.

«Siamo dunque pronti a partire per intraprendere ogni azione utile a garantire ai nostri anziani la migliore qualità di vita possibile – continua l’assessore Minasi – perché possano trascorrere la loro vecchiaia in serenità, partecipando a progetti di inclusione e promozione culturale, economica, sociale. 

So già dove reperire i fondi per la copertura di queste azioni, che potranno peraltro essere predisposte senza alcuna spesa, grazie al lavoro della Commissione e del Tavolo, che non prevedono gettoni di presenza o altri tipi di costi a carico della collettività. 

Il prossimo passo – conclude l’Assessore – sarà dunque l’apertura del Tavolo, per dare il via, in concreto, alla prime attività. E sarà convocato a breve».