Ven 7 Ott 2022
spot_img
HomeEconomiaEconomia e LavoroPrezzo di lettini e ombrellone: in...

Prezzo di lettini e ombrellone: in Sicilia e Calabria si spende la metà che in Liguria

Estate con il caro prezzo in tutta Italia, i costi degli ombrelloni sono aumentati anche se c’è differenza tra le varie Regioni.

Secondo quanto riporta un’analisi di Repubblica, in Sicilia e Calabria la spesa per i servizi in spiaggia è di poco superiore alla media, ma corrisponde comunque alla metà di quanto si spende in Liguria.

Nelle località di Taormina e Giardini Naxos (provincia di Messina) per ombrellone più un lettino si spende 180 euro a settimane, mentre a Soverato (Catanzaro) e Pizzo Calabro (Vibo Valentia) si arriva a sborsare rispettivamente 210 e 196 euro

Prezzi molto più bassi se si considera la spiaggia di Alassio, in Liguria, dove un ombrellone e un lettino costano 380 euro a settimana, ossia 54 euro al giorno. Tra Ischia e Gallipoli, quindi altre località turistiche del sud Italia la lotta per il secondo e il terzo posto è all’ultimo centesimo: 280-282 euro, pari a 40 e a 40,2o euro al giorno. E si potrebbe continuare: 245 euro a Capalbio, in Toscana; 240 a San Teodoro, in Sardegna, che inizia ad avvicinarsi alle media calabresi e siciliane.

Mentre i balneari, da un lato, si oppongono alla messa a gara, dall’altro continuano a rincarare i prezzi, facendosi strapagare il minimo indispensabile: un ombrellone e un lettino. Il tutto, a fronte di concessioni pagate il nulla e continuamente prorogate”, spiega Anna Lisa Nalin, Segreteria nazionale +Europa.

“Del tutto ingiustificati”, invece, i segni più sui listini per Michele Carrus, presidente di Federconsumatori: “È vero che anche i gestori dovranno sostenere maggiori costi, ma è altrettanto vero che, quella alle porte, sarà una stagione balneare segnata da minori restrizioni e misure di contenimento, che consentirà ai lidi di avere più clientela e di lavorare a pieno regime, rispettando alcune regole”.