Mar 28 Giu 2022
spot_img
HomeSanitàOspedale Cosenza: poco personale, reparti accorpati...

Ospedale Cosenza: poco personale, reparti accorpati e letti rotti

Al peggio non c’è mai fine. Se anche fossero vere le notizie in base alle quali ci sarebbero state nuove assunzioni di medici, infermieri ed Oss, nessuno di questi sarebbe stato destinato, evidentemente, all’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza che per far fronte alla mancanza di personale accorpa e ridimensiona i reparti, diminuendo i posti letto.

Abbiamo constatato che all’interno del reparto di Chirurgia Generale “Falcone” insiste anche quello di Chirurgia Generale Epato-Bilio-Pancreatica (Migliori). Il risultato, naturalmente, è quello di allungare sempre più le liste d’attesa, di non riuscire garantire le adeguate cure e le giuste attenzioni ai degenti e di incentivare alla migrazione sanitaria.

Una nota di merito, va certamente spesa per quei pochi infermieri e Oss, alle prese sempre con una grossa mole di lavoro.

Se poi ci soffermiamo a prendere in considerazione l’interno del reparto “Falcone” ed i suoi arredi, c’è da mettersi le mani ai capelli. Ci s´imbatte in spettacoli poco decorosi e di scarsa igiene: si vedono scatole abbandonate in mezzo ai corridoi, uomini e donne nella stessa ala, letti occupati rotti e non a norma. Molti i pazienti costretti a stare supini perchè le spalliere dei letti non si alzano ne manualmente ne elettricamente, ad altri per ovviare viene inserito dagli Oss al di sotto dello schienale un pacco di pannoloni.

Mentre la vita scorre fuori quelle mura, noi della redazione alle ore 18 (orario consentito ai visitatori) eravamo in ospedale per testimoniare l’ennesima vergogna…

Confidando nella nuova governance, speriamo si agisca presto augurandoci che in estate, il diritto alla salute non vada in vacanza, e pertanto qualità e quantità dei servizi sanitari siano presto garantiti.