Gio 30 Giu 2022
spot_img
HomePoliticaPolemica su decoro urbano a Rende,...

Polemica su decoro urbano a Rende, risponde l’assessore Pino Munno

Apprendiamo dalla stampa dell’esistenza di tale Francesca Cufone, commissario di IDM Rende.

In una nota inviata alle testate giornalistiche, in cui, oltre alla mancanza di contenuti, vi è una discutibile esposizione, Cufone parla di decoro urbano, affermando che Rende vive nel degrado.

Evidentemente il commissario avrà confuso Rende con qualche altra città in cui IDM governa visto che, nonostante le criticità dovute alla crisi pandemica ed economica, l’amministrazione -che mi fregio di rappresentare da più di sei anni al governo- ha dimostrato cosa significhi realmente la politica del fare.

Rende oggi è tra le città più floride del sud d’Italia per crescita economica, demografica, culturale e sociale. La qualità della vita è tra le più alte d’Italia grazie alla sostenibilità, ai servizi essenziali che hanno fatto di Rende polo attrattivo e punto di riferimento per la Calabria.

Pensare al bene comune, soddisfare le istanze dei nostri cittadini, è ciò che contraddistingue quotidianamente il nostro operato. Se da ben venticinque anni lavoro a servizio della città, ciò denota quanto la comunità rendese riconosca il mio operato sempre teso al bene comune.

Sarei non assessore, ma “responsabile”: così mi definisce il personaggio in cerca d’autore e, di sicuro, lo sono e sarò sempre con umiltà, senza voler apparire, ma mettendo al primo posto Rende.

A differenza di Cufone, non ho bisogno di suggeritori, né di innescare sterili polemiche o mistificare la realtà: la vecchia politica non ha più mordente tra i cittadini. Non a caso IDM a Rende non solo è commissariata, ma non risulta avere un seggio in consiglio comunale, oltre a non aver mai richiesto una interlocuzione con la nostra amministrazione avanzando proposte o istanze.

Evidentemente i cittadini non sono stupidi, ma comprendono appieno come il sindaco Manna abbia cambiato il modo di amministrare la cosa pubblica dando risposte precise alla gente, ridando dignità a una città che era ridotta al pieno degrado.

La nostra amministrazione si espone, rischia, porta risultati concreti, guarda al futuro impegnandosi nel rispetto delle istituzioni e dell’agire democratico.
Invitiamo dunque Cufone a guardare nel suo orticello, pensare alla città unica che di sicuro potrà giovare al suo comune che nutre particolare interesse a diventare finalmente protagonista e non mero spettatore.

Il commissario ha avuto il suo minuto di notorietà, il suo santino elettorale è stato messo in bella mostra, ma la politica è ben altro che apparire!