Mar 16 Ago 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàGulìa Urbana, "Ylberi": Santa Sofia d’Epiro...

Gulìa Urbana, “Ylberi”: Santa Sofia d’Epiro a colori

Al via fino al 31 luglio la seconda edizione di Ylberi, festival a cura di Gulìa Urbana, progetto itinerante di street art promosso dall’associazione Rublanum che torna  nello splendido borgo di origine arbëreshë della Calabria, situato sulle pendici nord-occidentali della Sila Greca; Santa Sofia d’Epiro, con un progetto in crescita esponenziale.

La seconda edizione di Ylberi fortemente voluta dall’Amministrazione Sisca, si presenta con un programma ricco di arte, musica, incontri, momenti laboratoriali al servizio di una comunità che fin dalla prima edizione ha espresso entusiasmo e partecipazione nei confronti di questo ambizioso progetto.

Artisti italiani e internazionali lavoreranno su opere murali che arricchiranno ulteriormente il paesaggio di questo straordinario borgo, ampliando e contaminando gli orizzonti di linguaggio culturale di un centro che ha saputo preservare le sue peculiari tradizioni, lasciando però spazio alla reinterpretazione artistica attraverso un gusto profondamente contemporaneo.

La line up prevede il coinvolgimento di artisti di assoluto rilievo nel panorama dell’arte urbana: Tony Gallo (Italia), Marta Lapeña (Spagna), Fio Silva (Argentina) e NeSpoon (Polonia)

E’ stata inoltre lanciata una chiamata alle arti che ha selezionato 4 artisti locali per la realizzazione di altrettante opere tra le vie del paese.

Il museo all’aperto identitario della cultura Arbereshe, Ylberi, continua dunque anche in questa edizione 2022 ad arricchirsi e prendere forma, con l’obiettivo di costruire un grand tour dell’arte che diventerà un patrimonio di innegabile valore culturale per la Calabria e l’intero meridione.

Fino al 31 luglio vedrà protagonisti, musicisti, poeti ed esperti di rivalutazione urbana che animeranno le giornate in programma con concerti, proiezioni di film, reading, momenti di divulgazione e laboratori artistici che coinvolgeranno le bambine e i bambini di Santa Sofia d’Epiro. 

Un progetto dunque che oltre che promuovere l’arte urbana e la rivalutazione territoriale si propone sempre più di educare al bello e al rispetto etico e civico dei nostri territori.

Gulìa Urbana è la rassegna itinerante dedicata alla street art che coinvolge tutto il territorio della Calabria. Ideata e sviluppata dal collettivo Rublanum, Gulìa Urbana ha portato nel corso degli anni numerosi artisti italiani e internazionali a lavorare su opere murali che hanno arricchito il paesaggio e ampliato gli orizzonti di linguaggio di piccoli centri e borghi della provincia calabrese.

 Recuperare aree poco valorizzate, offrire nuovi spunti di riflessione, squarciare il velo verso immaginari altri, anche geograficamente distanti dai luoghi in cui si opera, e promuovere le arti contemporanee, questi i principali obiettivi del progetto Gulìa Urbana, che arrivato al decimo anno di attività continua la sua opera di rifunzionalizzazione e rigenerazione all’interno del tessuto vivo della provincia calabrese. In vista del decennale il collettivo ha deciso di lanciare il progetto “Protocollo Rublanum X”. È possibile sostenere il crowdfunding con una donazione volontaria dal link: www.produzionidalbasso.com/project/protocollo-rublanum-x/