Gio 11 Ago 2022
spot_img
HomeAttualitàTorna l’anticiclone africano, sesta ondata di...

Torna l’anticiclone africano, sesta ondata di caldo in arrivo: temperature in aumento

Dopo un weekend con condizioni meteo instabili e aria più fresca, nella giornata di domani infatti vi sarà un graduale rinforzo dell’anticiclone africano i cui effetti inizieranno a farsi sentire con una prima leggera crescita delle temperature, più marcata da metà settimana, quando si aprirà definitivamente una nuova ondata di calore, la numero 6 di questa caldissima stagione 2022.

Domani, lunedì 1 agosto, le condizioni meteo saranno prevalentemente stabili e soleggiate. Faranno eccezione un po’ di nubi in Calabria e Sicilia, con isolati temporali pomeridiani sulle zone montuose, e qualche temporale pomeridiano sui settori centrali e orientali dell’arco alpino. Dopo la tregua del weekend, le temperature massime torneranno a salire leggermente quasi ovunque.

La giornata di martedì 2 agosto sarà calda e nel complesso soleggiata in tutta Italia. Da segnalare solo qualche modesto e innocuo annuvolamento al Centro-Nord al mattino. Nel pomeriggio osserveremo una nuvolosità sparsa e irregolare sulle aree alpine e nelle zone interne del Centro-Sud, con la possibilità di isolati e brevi temporali di calore su Alpi orientali, Alpi marittime e Appennino centro-settentrionale.

Le temperature saranno stazionarie o in ulteriore lieve crescita, e ovunque superiori alla norma. Le massime supereranno ovunque i 30 gradi e saranno comprese tra 31-35 gradi ma con picchi fino a 38 gradi in Sardegna e 36-37 in Toscana, Umbria, Lazio e nella fascia centrale della Pianura Padana.

L’anticiclone nord-africano si rafforzerà con ancora più decisione sull’Italia da metà settimana, determinando un ulteriore aumento delle temperature e l’avvio di una nuova ondata di caldo, la  sesta di questa stagione. Ancora una volta la massa d’aria calda avvolgerà tutto il Paese e torneremo ad avvicinarci ai 40 gradi.

A rischio soprattutto la fascia centrale della Val Padana, dove la colonnina di mercurio si spingerà probabilmente fino intorno ai 38 gradi, e le zone interne del Centro-Sud e delle Isole maggiori, dove potremmo tornare a registrare picchi di 40 C.